Se mi sfrattano ho diritto alla casa popolare secondo leggi 2021

Se mi sfrattano ho diritto alla casa popolare secondo leggi 2021

Se mi sfrattano ho diritto alla casa pop

Se mi sfrattano ho diritto alla casa popolare?

Stando a quanto previsto dalle leggi 2021, essere stati sfrattati non rientra tra i requisiti che danno diritto ad avere una casa popolare. In particolare, proprio il non essere stato sfrattato da altre case popolari negli ultimi cinque anni è tra i requisiti richiesti per legge per averne diritto. Se, però, lo sfratto avviene a causa di condizioni economiche critiche e difficili che non permettono alla singola persona o alla famiglia di affittare una casa, si può avere diritto alla casa popolare.
 

Il diritto all’assegnazione della casa popolare scatta nel momento in cui si soddisfano determinati requisiti che permettono al singolo cittadino o alla famiglia di presentare al proprio Comune di residenza domanda per avere la casa popolare, che viene poi assegnata tramite bando e successiva graduatorie. 

Lo sfratto non implica l’aver poi diritto alla casa popolare né chi è stato sfrattato rappresenta l’ideale di inquilino a cui assegnare la casa popolare anche se poi i casi per cui avviene lo sfratto possono essere diversi e non solo per morosità. Vediamo quando si ha diritto alla casa popolare secondo le leggi 2021 e se chi viene sfrattato ne ha diritto.

  • Condizioni per avere diritto alla casa popolare
  • Se mi sfrattano ho diritto alla casa popolare

Condizioni per avere diritto alla casa popolare

Stando a quanto previsto dalle leggi 2021, il diritto ad avere la casa popolare spetta a singoli e famiglie che soddisfano requisiti ben fissati e che sono:

  • essere persone senza reddito o con reddito che risulti inferiore alla soglia stabilita dalla legge;
  • essere portatori di handicap e disabilità;
  • essere genitori single con figli che risultino fiscalmente a carico;
  • essere cittadini senza fissa dimora.

Chiunque non rientri nelle categorie di persone appena riportate non può presentare domanda per l’assegnazione di una casa popolare. 

Se mi sfrattano ho diritto alla casa popolare

Essere stati sfrattati non rientra tra i requisiti che danno diritto ad avere una casa popolare. In particolare, la legge 2021 prevede proprio il non essere stato sfrattato da altre case popolari negli ultimi cinque anni per poterne avere diritto. 

Esistono, tuttavia, i casi cosiddetti di emergenza abitativa, tra cui rientrano proprio gli sfratti, che permettono ai cittadini che versano in condizioni di disagio, o di svantaggio, o di criticità economiche di avere diritto alle case popolari. 

Esistono poi diverse Regioni che hanno stabilito proprie norme interne sulle assegnazioni o meno delle case popolari a chi è stato sfrattato. E’ il caso, per esempio, della Regione Calabria che ha deciso che alle famiglie che subiscono uno sfratto esecutivo ma esclusivamente per mancanza di reddito per affittare una casa sia garantito il diritto alla casa popolare con assegnazione temporanea.

Le famiglie calabresi sfrattate perché costrette a vivere in condizioni economiche critiche e molto difficili possono, dunque, avere il diritto a chiedere la casa popolare seguendo l’apposita procedura che si può consultare direttamente sul sito istituzionale del proprio Comune di residenza.

Il consiglio è per tutti quello comunque di consultare i siti dei propri Comuni di residenza per capire e sapere se al pari della Calabria anche in altre regioni siano possibilità di casa popolare per chi è stato sfrattato e relative eventuali modalità di richiesta. 

Per riassumere, dunque, se mi sfrattano non ho diritto alla casa popolare se lo sfratto è avvenuto negli ultimi cinque anni e già da una casa popolare. Se, però, lo sfratto avviene a causa di condizioni economiche critiche e difficili che non permettono alla singola persona o alla famiglia di affittare una casa, si può avere diritto alle case popolari destinate alla cosiddetta emergenza abitativa. Per altri motivi di sfratto non si ha diritto, per legge, alla casa popolare. 
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il