Se non pago Irpef posso detrarre le spese mediche o non si può fare

Quando si possono detrarre le spese mediche ed elenco di spese da detrarre: pagamento Irpef necessario per detrazioni

Se non pago Irpef posso detrarre le spes

Se non pago Irpef posso detrarre le spese mediche o no?

Per detrarre le spese mediche è necessario fare la dichiarazione dei redditi per pagare l’Irpef e conservare la relativa documentazione della spesa effettuata, cioè scontrini, fatture, ricevute che riportano il codice fiscale del contribuente. Se, quindi, non si paga l’Irpef tramite la dichiarazione dei redditi non si possono detrarre le spese mediche.
 

La detrazione delle spese mediche ai fini Irpef è un diritto per tutti i cittadini e per portare in detrazione o deduzione qualsiasi tipologia di spesa bisogna necessariamente fare la dichiarazione dei redditi. Solo attraverso la dichiarazione dei redditi, infatti, si può abbattere il reddito imponibile e ridurre il costo totale delle tasse da pagare. Ma se non si paga l’Irpef si possono detrarre le spese mediche?

  • Detrarre le spese mediche se non pago Irpef si può fare o no
  • Quali spese mediche si possono detrarre con dichiarazione dei redditi

Detrarre le spese mediche se non pago Irpef si può fare o no

Per detrarre le spese mediche è necessario fare la dichiarazione dei redditi per pagare l’Irpef e conservare la relativa documentazione della spesa effettuata, cioè scontrini, fatture, ricevute che riportano il codice fiscale del contribuente. 

La detrazione fiscale per le spese mediche sostenute spetta a tutti i contribuenti che presentano il modello 730 per la dichiarazione dei redditi (dipendenti, autonomi senza partita Iva) e il modello Redditi (ordinario o precompilato, per imprese, professionisti con partita Iva e altre categorie) e che hanno sostenuto spese medico-sanitarie per un importo superiore a 129,11 euro e superata questa soglia di spesa si può detrarre il 19% delle spese complessive sostenute nell’anno solare precedente, sottraendo però la somma dei 129,11 euro.

Se non si paga l’Irpef tramite la dichiarazione dei redditi non si possono detrarre le spese mediche, dunque. 

Quali spese mediche si possono detrarre con dichiarazione dei redditi

Se si paga l’Irpef si possono detrarre le spese mediche in dichiarazione dei redditi. L’elenco delle spese mediche che si possono portare in detrazione comprende:

  • acquisto di farmaci, anche omeopatici;
  • acquisto farmaci per uso veterinario;
  • ticket per acquisto di farmaci e per prestazioni fruite nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale;
  • visita medica generica e specialistica o prestazioni diagnostiche e strumentali; 
  • assistenza specialistica ambulatoriale;
  • assistenza per disabili;
  • prestazioni di chirurgia estetica e di medicina estetica;
  • servizi sanitari erogati dalle farmacie e parafarmacie, come ecocardiogramma, misurazione della pressione sanguigna, test per glicemia, colesterolo e trigliceridi;
  • prestazioni sanitarie, ad esclusione di quelle di chirurgia estetica e di medicina estetica;
  • ricoveri ospedalieri per interventi chirurgici o a degenza;
  • cure termali;
  • prestazioni sanitarie erogate dalle strutture sanitarie militari;
  • protesi e assistenza integrativa;
  • acquisto o affitto di dispositivi medici con marcatura CE;
  • altre spese sanitarie.

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che rientrano nell’elenco delle prestazioni mediche specialistiche che si possono detrarre:
esami di laboratorio;
controlli ordinari sulla salute della persona, ricerche e applicazioni;
elettrocardiogrammi, ecocardiografia;
elettroencefalogrammi;
T.A.C. (tomografia assiale computerizzata);
ecografie;
risonanza magnetica nucleare;
ginnastica correttiva;
ginnastica di riabilitazione degli arti e del corpo;
dialisi;
seduta di neuropsichiatria;
cobaltoterapia e iodioterapia;
anestesia epidurale, inseminazione artificiale; 
amniocentesi e villocentesi e altre analisi di diagnosi prenatale.
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il