Se sono malato posso andare prima in pensione? Ecco cosa dicono le leggi 2021

Non ci sono leggi che mi permettono di andare in pensione prima se sono malato: soluzioni possibili per anticipare pensione

Se sono malato posso andare prima in pen

Se sono malato posso andare prima in pensione?

Non è possibile andare in pensione prima, secondo quanto stabilito dalle attuali leggi 2021, per il sol fatto di essere malati. L’unica soluzione possibile per andare in pensione prima se si è malati e avere una malattia, compresa la malattia oncologica, talmente grave per cui viene riconosciuta una determinata percentuale di invalidità per cui è possibile anticipare l’uscita. Se l’invalidità riconosciuta per la malattia è bassa, nonostante si sia affetti da una malattia non si può andare prima in pensione. 
 

Posso andare in pensione prima se sono malato? La condizione di malattia non è decisiva per permettere ai soggetti di andare in pensione prima. Le leggi 2021 in tal senso sono piuttosto chiare e le forme di uscita pensionistica ben definite nei requisiti richiesti, tra pensione di vecchiaia, per cui è necessario raggiungere 67 anni di età e almeno 20 anni di contributi, pensione anticipata, a 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e un anno in meno (41 anni e dieci mesi di contributi) per le donne e a prescindere dall’età, ancora per quest’anno quota 100 (a 62 anni di età e con 38 anni di contributi), opzione donna (a 58 e 59 anni di età, rispettivamente, per lavoratrici dipendenti e lavoratrici autonome e 35 anni di contributi maturati entro il 31 dicembre 2021), ecc. Vediamo allora se e quali sono le possibilità di andare in pensione prima in caso di malattia.

  • Se sono malato posso andare prima in pensione
  • Andare in pensione prima se sono malato soluzioni possibili

Se sono malato posso andare prima in pensione

Le leggi 2021 in vigore non prevedono la possibilità di andare in pensione prima a chi è malato per la sola condizione di malattia di cui si è affetti, anche se si tratta di una grave malattia come, per esempio, quella oncologica. 

Gli unici casi in cui è possibile anticipare l’uscita dal lavoro in caso di malattia sono quelli in cui la malattia di cui si è affetti porti ad una quasi totale invalidità del soggetto. Per poter, infatti, andare in pensione prima se si è malati bisogna che venga riconosciuta una percentuale di invalidità elevata che implichi invalidità o inabilità a lavoro e non basta spesso il 74%.

Andare in pensione prima se sono malato soluzioni possibili

Se la malattia di cui si è affetti, qualsiasi tipologia di malattia, porta il soggetto al riconoscimento di una invalidità almeno dell’80%, si può andare in pensione anticipata se si è malati nei casi di: 

  • invalidi civili non vedenti, per cui i requisiti per andare in pensione anticipata sono di 56 anni di età per gli uomini e di 51 anni per le donne e con 20 anni di contributi per tutti;
  • invalidi per malattia cronica, patologia che non prevede guarigione o miglioramenti e che rimane stabile nel tempo o tende a peggiorare;
  • inabilità a lavoro per malattia grave se si hanno almeno 5 anni di contributi di cui almeno 3 versati nell’ultimo quinquennio.

Se si è malati è possibile andare in pensione anticipata con Ape social, a 63 anni di età e 30 anni di contributi maturati ma solo se si ha una malattia per cui viene riconosciuta una invalidità almeno del 74%.

Può andare in pensione prima per malattia a 60 anni di età invece che a 67 anni chi è affetto da malattie psichiche con una invalidità superiore al 74%, per esempio si può andare in pensione anticipata per sindrome depressiva endogena grave o per psicosi ossessiva, per cui è previsto il riconoscimento di una invalidità fino all’80%.

Anche i malati oncologici, stando alle leggi in vigore, possono andare in pensione prima solo se hanno una invalidità riconosciuta compresa tra il 74% e il 99% o è del 100%. 


 

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il