Si può aprire un negozio in casa o è vietato per leggi 2020-2021 in vigore

Quando e come aprire un negozio in casa: nessun divieto da leggi in vigore ma regole da rispettare. Cosa c’è da sapere e chiarimenti

Si può aprire un negozio in casa o è vie

Si può aprire un negozio in casa o è vietato?

Stando a quanto previsto dalle leggi 2020-2021, non è vietato aprire un negozio in casa, soprattutto se il negozio in questione è per vendite online, attività che consente di vendere prodotti o servizi a livello sia locale che internazionale, ma è necessario che per qualsiasi tipologia di negozio si intenda aprire, si abbiano permessi e licenze specifiche e si rispettino specifiche regole.  E' bene sapere che la possibilità di aprire un negozio in casa vale solo se l'ambiente da adattare a negozio rispetta tutte le normative vigenti relative all'attività da avviare

Si può aprire un negozio in casa o è vietato? Sono sempre più le persone che decidono di avviare un’attività commerciale in casa propria, attività che, in realtà, nella maggior parte dei casi si svolge online. La domanda è se le leggi in vigore 2020-2021 permettono di aprire un negozio in casa. 

  • Si può aprire un negozio in casa o è vietato
  • Aprire un negozio cosa serve

Si può aprire un negozio in casa o è vietato

Stando a quanto previsto dalle leggi 2020-2021 in vigore, non esiste alcun divieto per aprire un negozio in casa, soprattutto se il negozio in questione è per vendite online, attività che consente di vendere prodotti o servizi a livello sia locale che internazionale.

E' bene sapere che la possibilità di aprire un negozio in casa vale solo se l'ambiente da adattare a negozio rispetta tutte le normative vigenti relative all'attività da avviare. Per esempio, se si decide di aprire un negozio in casa per la vendita di prodotti alimentari, è necessario avere una cucina e un magazzino che rispettino determinati requisiti.

Stesso discorso vale per chi ha intenzione di aprire in casa, per esempio, un negozio di conoscere le leggi e le norme che regolano il negozio di bigiotteria.

Anche in questo caso, come poi per qualsiasi altra tipologia di negozio da aprire in casa, bisogna conoscere le licenze, le autorizzazioni e i requisiti necessari così come valutare e prevedere i guadagni di un negozio di bigiotteria per poi affrontare le spese invece ad esso connesse.

Aprire un negozio cosa serve

Per aprire un negozio anche in casa non è necessario chiedere la licenza al Comune se il negozio è di superficie inferiore ai 250 mq di superficie. Il primo passo da compiere per aprire un negozio in casa è informarsi sulla documentazione da presentare al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) del comune presso cui si ha intenzione di aprire il negozio e quindi preparare i documenti richiesti.

I passi successivi da compiere sono i seguenti: 

  • presentare la Scia (Segnalazione Certificata di inizio Attività) se il locale è di massimo 250 mq (che diventano 150 se il Comune non supera 10.000 abitanti);
  • richiedere la licenza, se il negozio supera i 250 mq di superficie.
  • per aprire un negozio di alimentari, bisogna frequentare un corso SAB (Somministrazione Alimenti e Bevande) generalmente organizzato da aziende private o dal Comune/Regione (chiedi info al SUAP); 
  • effettuare eventuali lavori edilizi di adattamento della casa a negozio.

Precisiamo, infine, che prima di aprire un negozio in casa, come sopra anticipato, è sempre bene informarsi per poi richiedere tutti i permessi e tutte le licenze necessarie per aprire un negozio in casa in base alla tipologia dello stesso, altrimenti si rischia di non poter avviare la propria attività o di incorrere in sanzioni. 
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il