Si può dare il proprio Iban per un pagamento con bonifico o si rischia qualcosa

Nessun rischio se si dà il proprio Iban per un pagamento con bonifico: cosa c’è da sapere e chiarimenti su tutele da parte delle banche

Si può dare il proprio Iban per un pagam

Si rischia qualcosa a dare il proprio Iban per un pagamento con bonifico?

Dare il proprio Iban per un pagamento con bonifico a terze persone non espone ad alcun rischio perché, stando a quanto previsto dalle norme in vigore, la banca non autorizza mai un addebito o un pagamento su un conto corrente con la sola comunicazione del codice Iban.

Si rischia qualcosa se si dà il proprio Iban per un pagamento con bonifico? Capita sempre più spesso ormai di dover effettuare pagamenti online con bonifici o di dover ricevere soldi per qualche prestazione particolare o semplicemente per rimborsi per acquisti effettuati e di cui non siamo stati soddisfatti e per pagamenti con bonifico, sia da effettuare e sia per ricevere soldi, è necessario comunicare sempre il proprio Iban.

Di fronte alla richiesta di indicare le coordinate Iban sono in tanti coloro che esitano e restano piuttosto perplessi, timorosi del fatto che comunicando a terzi il proprio codice Iban si possano correre rischi. Vediamo se e quali eventuali rischi possono esserci se rendiamo noto il nostro Iban per effettuare un pagamento con bonifico.

  • Si può dare il proprio Iban per un pagamento con bonifico o si rischia qualcosa
  • Tutele banche da rischi per Iban per pagamento con bonifico

Si può dare il proprio Iban per un pagamento con bonifico o si rischia qualcosa

Dare il proprio Iban per un pagamento con bonifico a terze persone non espone ad alcun rischio perché, stando a quanto previsto dalle norme in vigore, la banca non autorizza mai un addebito o un pagamento su un conto corrente con la sola comunicazione del codice Iban.

Dando il proprio codice Iban, del resto, si possono fare diverse operazioni, da bonifici, appunto, a beneficiari con conti in Italia e all’estero, effettuando il pagamento semplicemente inserendo le coordinate bancarie, causale del versamento e dati di chi lo riceve, ad accrediti di bonifici, stipendi o pensioni, e in ogni caso non si corrono rischi. 

Tutele banche da rischi per Iban per pagamento con bonifico

Rischi e truffe dando il proprio codice si evitano perché con il codice iban si possono solo effettuare pagamenti a favore dell’intestatario del conto ma non è possibile addebitare spese o effettuare prelievi non autorizzati. Per esempio, perché possa essere perpetrata una truffa con domiciliazione bancaria deve essere autorizzato il prelievo dei soldi dal proprio conto non solo fornendo il proprio iban, ma anche firmando un’autorizzazione scritta alla banca per autorizzare al pagamento e al prelievo diretto dei soldi.

Si potrebbe, dunque, rischiare una truffa dando solo il proprio Iban se viene falsificata anche la firma, altrimenti la banca non è autorizzare a permettere alcun prelievo di soldi. Le banche tutelano, quindi, i propri correntisti da eventuali rischi perché non autorizzano alcuna operazione di sottrazione di soldi dai conti correnti se non su esplicita e scritta dichiarazione del correntista stesso. Le garanzie bancarie sui soldi dei conti correnti dei propri clienti sono tali che senza alcuna autorizzazione non permettono a nessuno di prendere soldi dai relativi conti correnti. 


 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie