Si può ereditare la pensione o no. Tutti i casi

Quali sono i casi in cui è possibile ereditare la pensione di un genitore o altro familiare defunto: cosa c’è da sapere e chiarimenti

Si può ereditare la pensione o no. Tutti i casi

Si può ereditare la pensione o no?

La legge italiana permette di ereditare la pensione di un defunto ma solo a determinate condizioni, solo per determinati familiari e solo in determinate percentuali. Non in tutti i casi, infatti, la pensione rientra tra i beni che passano automaticamente in eredità ai familiari superstiti.

La pensione di una persona che decede si può ereditare in alcuni casi ma solo presentando apposita domanda all’Inps. Non si tratta, però, di una prestazione che rientra tra i cosiddetti bei che passano automaticamente in eredità ai superstiti del familiare scomparso. Vediamo quali sono i casi in cui si può ereditare la pensione.

  • Quando si può ereditare la pensione o no
  • Tutti i casi in cui si può ereditare la pensione

Quando si può ereditare la pensione o no

La pensione si può ereditare alla scomparsa del relativo titolare solo a condizione di rispettare determinati requisiti e solo presentando relativa domanda. Senza relativa domanda di pensione, infatti, pur rientrando tra i casi in cui si può ereditare la pensione, l’assegno non viene corrisposto.

E’ bene sapere che la domanda per ereditare la pensione, si tratta della cosiddetta pensione di reversibilità, si può presentare in qualsiasi momento, dopo il decesso del pensionato, e va inoltrata direttamente all’Inps nelle seguenti modalità:

  • o direttamente online sul sito Inps tramite proprio Pin Inps;
  • o contattando il numero verde Inps;
  • o rivolgendosi a Caf e patronati.

La domanda per ereditare la pensione, che viene erogata sempre dall'Inps, può essere presentata solo e soltanto da coloro che hanno diritto a riceverla secondo i casi previsti che riguardano, in particolare:

  • coniuge, anche se separato o divorziato, se titolare di assegno di mantenimento;
  •  
  • figli, se minorenni alla data del decesso, se studenti o universitari tra i 18 e i 26 anni, e ancora carico, se inabili a prescindere dall'età;
  •  
  • nipoti minori, anche quando non formalmente affidati, se a caricato del pensionato al momento del decesso;
  •  
  • genitori non sotto 65 anni, non titolari di pensione, che alla data di morte del pensionato risultino a suo carico e solo se il defunto non abbia coniuge, figli o nipoti;
  • fratelli celibi inabili e sorelle nubili inabili che non risultino titolari di pensione e a carico del pensionato deceduto e solo se il defunto non abbia coniuge, figli, nipoti o genitori.

I figli maggiorenni che siano in grado di mantenersi da soli, non più studenti e indipendenti da un punto di vista economico non hanno diritto a percepire la pensione del genitore deceduto, così come non spetta al coniuge che non sia più titolare di assegno di mantenimento.


Tutti i casi in cui si può ereditare la pensione

I casi in cui si può ereditare la pensione, dunque, sono specifici come specifica è la percentuale di pensione che spetta a coloro che possono ereditare la pensione. Tutti i casi in cui si può ereditare la pensione di un defunto e relative percentuali sono le seguenti:

  • 100% della pensione per il coniuge con due o più figli o per sette o più sorelle o fratelli;
  • 90% della pensione per sei fratelli o sorelle
  • 80% della pensione per il coniuge con un figlio o due figli;
  • 75% della pensione per cinque sorelle o fratelli;
  • 70% della pensione per un figlio;
  • 60% della pensione per il coniuge senza figli o per quattro fratelli o sorelle;
  • 45% della pensione per tre fratelli o sorelle;
  • 30% della pensione per entrambi i genitori o per due sorelle o fratelli.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie