Si può lavorare senza contratto o è sempre necessario secondo leggi 2022

Quali sono le eccezioni in cui si può lavorare senza contratto: cosa prevedono leggi in vigore e chiarimenti per lavoratori

Si può lavorare senza contratto o è semp

Si può lavorare senza contratto?

Secondo quanto stabilito dalle leggi 2022 in vigore, lavorare senza contratto non è mai possibile nei casi di assunzione di lavoratori dipendenti, che siano a tempo determinato, indeterminato, in prova, come apprendisti, stagionali, ecc, perché assumere senza sottoscrizione di contratto significa avere lavoratori in nero e, per i lavoratori stessi, ciò significa non avere riconoscimenti previsti dalla legge, come maturazioni di ferie, permessi, malattia e infortuni, diritto al preavviso in caso di licenziamento, pagamento di eventuali indennità, ecc.
 

Si può lavorare senza contratto o è sempre necessario? Quando un’azienda decide di assumere un nuovo lavoratore dipendente, la legge prevede l’obbligo per la stessa azienda di comunicare l’assunzione il giorno precedente l’inizio del rapporto di lavoro al Centro per l’Impiego competente del territorio e agli enti previdenziali tramite il modello Unilav.

Stando a quanto previsto dalle leggi in vigore, il modello Unilav deve riportare i dati di chi assume e del dipendente, instaurazione e tipo di rapporto di lavoro, procedura telematica pensata per evitare le assunzioni in nero. Vediamo se e quali sono i casi in cui si può lavorare senza contratto.

  • Lavorare senza contratto è possibile o no 
  • Si può lavorare senza contratto con invio modello Unilav

Lavorare senza contratto è possibile o no

Secondo quanto stabilito dalle leggi 2022 in vigore, lavorare senza contratto non è mai possibile nei casi di assunzione di lavoratori dipendenti, che siano a tempo determinato, indeterminato, in prova, come apprendisti, stagionali, ecc, perché assumere senza sottoscrizione di contratto significa avere lavoratori in nero e, per i lavoratori stessi, ciò significa non avere riconoscimenti previsti dalla legge, come maturazioni di ferie, permessi, malattia e infortuni, diritto al preavviso in caso di licenziamento, pagamento di eventuali indennità, ecc.

Il contratto di lavoro scritto è obbligatorio per un datore di lavoro soggetto a specifici e vincolanti obblighi di comunicazione sia nei confronti del lavoratore e sia nei confronti della Pubblica Amministrazione e la mancata esecuzione della forma scritto di un contratto implica l’applicazione di sanzioni amministrative.

Non si può lavorare senza contratto nei casi di seguenti rapporti di lavoro:

  • lavoro a termine con contratto a tempo determinato;
  • patto di prova;
  • lavoro part time;
  • patto di non concorrenza.

Il contratto scritto si deve fare, a pena di nullità, anche per contratto di somministrazione di manodopera stipulato tra un’Agenzia per il lavoro autorizzata alla somministrazione di manodopera e un’impresa utilizzatrice, contratto di lavoro sportivo e contratto di lavoro per il personale marittimo.

Si può lavorare senza contratto con invio modello Unilav

E’ bene, però, sapere che quando un lavoratore viene assunto e datore di lavoro o azienda compilano e inviano agli organi competenti il modello Unilav, in questo caso si può lavorare senza contratto, o meglio, senza firma del dipendente sul contratto, e molte aziende inviano, infatti, il modello Unilav senza aver fatto sottoscrivere il contratto di lavoro al lavoratore assunto.

Dunque, il contratto di lavoro subordinato non deve necessariamente essere riportato in forma scritta, considerando le comunicazioni che, per legge, il datore deve fare nei confronti di alcuni enti, come Inps e Inail, e Centro per l’Impiego, del rapporto contrattuale tra datore e dipendente anche in forma orale. In questo caso, dunque, la forma scritta del contratto è richiesta solo ai fini di prova e non di validità del contratto.


 





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il