Si può licenziare un lavoratore in età pensionabile o è vietato

Quando si può licenziare un lavoratore prossimo alla pensione e cosa cambia tra dipendenti privati e dipendenti pubblici.

Si può licenziare un lavoratore in età p

Si può licenziare un lavoratore in età pensionabile o è vietato?

Stando a quanto previsto dalle norme attualmente in vigore, è possibile licenziare un lavoratore in età pensionabile ma solo a determinate condizioni, in base ai requisiti richiesti e con modalità differenti a seconda che si tratti di un lavoratore dipendente privato o di un lavoratore dipendente pubblico.

Arrivare all’età pensionabile e rischiare il licenziamento? Il dubbio sul futuro lavorativo di chi si avvicina all’età della pensione è sempre presente e spesso ci si chiede se una volta vicino al momento della pensione il datore di lavoro abbia la possibilità di licenziare, pur se il lavoratore prossimo al pensionamento volesse decidere di continuare a lavorare. Vediamo allora se e quando si può licenziare un lavoratore in età pensionabile.

  • Licenziare un lavoratore in età pensionabile si può o è vietato
  • Lavoratore privato in età pensionabile quando si può licenziare o no
  • Lavoratore pubblico in età pensionabile quando si può licenziare o no


Licenziare un lavoratore in età pensionabile si può o è vietato

Stando a quanto previsto dalle norme attualmente in vigore, è possibile licenziare un lavoratore in età pensionabile ma solo a determinate condizioni, in base ai requisiti richiesti e con modalità differenti a seconda che si tratti di un lavoratore dipendente privato o di un lavoratore dipendente pubblico.

 
Lavoratore privato in età pensionabile quando si può licenziare o no

I lavoratori dipendenti del settore privato non possono essere licenziati se raggiungono i requisiti per andare in pensione anticipata, vale a dire 42 anni e dieci mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e dieci mesi di contributi per le donne, ma possono essere licenziati, come stabilito dalla Corte di Cassazione, quando raggiungono l’età pensionabile per la pensione di vecchiaia, vale a dire 67 anni di età e 20 anni di contributi.

Lavoratore pubblico in età pensionabile quando si può licenziare o no

Stesso discorso per quanto riguarda l’età pensionabile dei 67 anni per andare in pensione di vecchiaia vale per i lavoratori dipendenti pubblici: in tal caso, infatti, per raggiunti limiti di età per la pensione di vecchiaia, l’amministrazione presso cui il lavoratore presta servizio è obbligata al licenziamento e alla cessazione del rapporto di lavoro.

Per i dipendenti pubblici, a differenza dei lavoratori privati, può sussistere la possibilità di licenziamento anche quando si raggiungono i requisiti per la pensione anticipata.

L’amministrazione pubblica, dunque, secondo le regole in vigore, può licenziare:

  • sia se il lavoratore ha maturato i requisiti per la pensione anticipata o per una differente tipologia di pensione contemporaneamente;
  • sia se il lavoratore ha raggiunto l’età pensionabile dei 67 anni.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie