Si può mantenere la residenza in caso di casa in comodato d'uso gratuito o non si può fare

Residenza in casa in comodato d’uso gratuito: cosa fare, chiarimenti e come fare a mantenerla. Regole in vigore

Si può mantenere la residenza in caso di

Si può mantenere la residenza in casa in comodato d’uso gratuito o no?

Il contratto di comodato d'uso gratuito permette di chiedere la residenza presso l'ufficio anagrafe di competenza, per cui la casa in comodato d'uso diventa la dimora abituale e così come vi si può trasferire la residenza, si può anche mantenere.
 

Si può mantenere la residenza in casa data in comodato d’uso gratuito? Il contratto di comodato d’uso gratuito è una tipo di forma contrattuale tra due parti in cui una delle due parti, il comodante, mette a disposizione di un’altra persona, il comodatario, una casa per un periodo di tempo con successivo obbligo di restituzione del bene.

Il comodato d'uso gratuito di una casa può essere per un periodo di tempo determinato o indeterminato e in tal caso la casa si può mantenere in comodato d’uso gratuito fino a quando si vuole, è necessario, ecc.

  • Mantenere la residenza in caso di casa in comodato d'uso gratuito si può fare o no
  • Residenza in casa con contratto di comodato d'suo gratuito leggi in vigore

Mantenere la residenza in caso di casa in comodato d'uso gratuito si può fare o no

Il contratto di comodato d’uso gratuito di una casa permette di trasferire residenza nella nuova casa anche senza registrazione dello stesso contratto ma semplicemente presentando una copia dello stesso contratto in Comune. Precisiamo, però, che per la residenza, ma non solo, pur non essendo obbligatorio, è sempre consigliabile la registrazione del contratto di casa anche se data in comodato d’uso gratuito.

Il contratto di comodato d'uso gratuito permette di chiedere la residenza presso l'ufficio anagrafe di competenza, per cui la casa in comodato d'uso diventa la dimora abituale e così come vi si può trasferire la residenza, si può anche mantenere. Solo quanso il comodato d'uso è a tempo determinato e si lascia la casa per occuparne un'altra o per acquisto o in affitto, allora la residenza non si può più mantenere nella casa in comodato d'uso perchè non risulta più dimora abituale e torna ai legittimi proprietari. 

Residenza in casa con contratto di comodato d'suo gratuito leggi in vigore

Quando si deve fissare la residenza in una casa anche con contratto di comodato d'uso di gratuito di casa non vi sono limiti di alcun genere, nel senso che ogni persona è libera di fissare la residenza dove desidera purchè la casa indicata di residenza sia quella della dimora abituale.

Per fissare e mantenere la residenza in una casa in comodato d'uso gratuito, le leggi in vigore non prevedono l’obbligo della forma scritta del contratto, ma se il contratto viene registrato è sempre qualcosa in più, una maggiore tutela per tutti anche nel caso di eventuali controlli nonché per usufruire dello sconto del 50% sul pagamento Imu, nei casi previsti dalla legge. 

C’è, inoltre, da considerare che spesso perché il comodatario possa trasferire e mantenere la residenza in una casa in comodato d’uso gratuito la forma scritta del contratto viene richiesta e risulta indispensabile. 
 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il