Si può parcheggiare se c'è la servitù di passaggio o è vietato secondo normativa 2021

Non è possibile parcheggiare se c’è la servitù in alcun caso e per nessuno: cosa prevedono norme in vigore e chiarimenti

Si può parcheggiare se c'è la servitù di

Si può parcheggiare se c’è la servitù di passaggio?

Secondo quanto previsto dalla normativa 2021, la servitù di passaggio è un diritto che spetta al titolare del fondo dominante, se la strada su cui vale il diritto di servitù di passaggio è l’unica possibilità di passaggio per raggiungere il suo immobile, casa o terra che sia, ma chi gode del diritto di servitù di passaggio e sosta non può parcheggiare un’auto o altro veicolo.
 

Si può parcheggiare se c'è la servitù di passaggio? Si parla di servitù di passaggio in riferimento ad un diritto previsto dal nostro Codice Civile sulla concessione al passaggio su un terreno di proprietà altrui per raggiungere il proprio immobile. E’ bene precisare che ci sono norme specifiche che regolano l’eventuale transito se sussiste la servitù di passaggio. 

  • Si può parcheggiare se c'è la servitù di passaggio o è vietato
  • Chi può parcheggiare se c’è la servitù di passaggio

Si può parcheggiare se c'è la servitù di passaggio o è vietato

Secondo quanto previsto dalla normativa 2021, la servitù di passaggio è un diritto che spetta al titolare del fondo dominante, se la strada su cui vale il diritto di servitù di passaggio è l’unica possibilità di passaggio per raggiungere il suo immobile, casa o terra che sia, ma dove c'è la servitù di passaggio e sosta non è può parcheggiare un’auto o altro veicolo.

Il diritto di parcheggio non rientra nel diritto di servitù di passaggio e sosta, perché la sosta si riferisce ad uno stazionamento del veicolo solo per un determinato periodo limitato mentre il parcheggio vale per un periodo illimitato. Dunque, per riassumere, se c’è la servitù non si parcheggiare in maniera definitiva e prolungata un’auto o altro veicolo ma è permessa una breve sosta. 

Chi può parcheggiare se c’è la servitù di passaggio

Nessuno può, dunque, parcheggiare su una strada su cui vige la servitù di passaggio. Se, infatti, parcheggiare l’auto vale quando si ha un possesso a titolo di proprietà, non vale nel caso di un diritto di servitù, che ha come caratteristica tipica l’inerenza al fondo dominante dell’utilità così come al fondo servente del peso. 

Non è, dunque, possibile, secondo la normativa 2021, parcheggiare l’auto o altro veicolo se c’è la servitù di passaggio, nemmeno per vantaggio dei proprietari.


 

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il