Si può sfrattare da casa anziano o famiglia con anziano. Leggi e normative se possibile o no

Cosa prevede la legge in tema di sfratto per anziani o famiglie con anziani e cosa accade: regole previste e chiarimenti

Si può sfrattare da casa anziano o famiglia con anziano. Leggi e normative se possibile o no

Chi sono gli inquilini morosi?

Gli inquilini morosi sono coloro che non rispettano i tempi di pagamento del canone di locazione dell’appartamento in affitto come stabilito al momento della stipula del contratto. Se il mancato pagamento si protrae, infatti, gli inquilini diventano morosi e il proprietario di casa può chiederne lo sfratto, anche se in famiglia vi sono anziani.

 

Se gli inquilini in affitto ritardano con il pagamento del canone di locazione pattuito possono essere sfrattati per morosità dal proprietario di casa e si tratta di una situazione in cui possono incorrere anche anziani e famiglie con anziani. Non è previsto alcun trattamento particolare né alcuna deroga per un eventuale sfratto per l'inquilino moroso anziano o per famiglie con anziani.
 

Sfratto anziano o famiglie con anziani è possibile

Stando a quanto previsto dalla legge, è possibile sfrattare un anziano da casa o una famiglia con un anziano nel caso di mancato pagamento del canone di affitto. Gli anziani, infatti, sono soggetti alla stessa procedura che porta allo sfratto esecutivo se il mancato pagamento dell’affitto si prolunga e il giudice emette il provvedimento di sfratto esecutivo.

Gli sfratti per morosità, infatti, vengono eseguiti anche nei confronti di persone anziane e bisognose, perché alla condizione di assistenza di queste persone deve provvedere lo Stato e non un privato cittadino, almeno secondo quanto previsto dalla legge.

Tuttavia la normativa prevede la possibilità di ipotesi di sospensione della procedura di sfratto se gli inquilini morosi sono anziani over 70 o nel caso di famiglie che hanno nel proprio nucleo familiare ultrasettantenni o portatori di handicap gravi, che non abbiano un’abitazione alternativa in cui vivere e redditi sufficienti per avere un contratto di affitto di una nuova casa.

Fino a quando non si verifica una delle due condizioni appena riportate, anziani e famiglie con over 70 non possono essere sfrattate anche se il procedimento è stato avviato.

Anche dunque nel caso dello sfratto per anziani o famiglie con anziani ultrasettantenni, così come nei casi di sfratto per famiglie con minorenni, i tempi di esecuzione dello sfratto potrebbero ancora più lunghi di quanto già normalmente previsto.

Mancato pagamento dell’affitto: quando arriva lo sfratto

Perché si arrivi al provvedimento di sfratto esecutivo, l’anziano o la famiglia con l’anziano non devono pagare l’affitto per lungo tempo, considerando che ci vuole molto per arrivare al procedimento sfratto esecutivo. E’ possibile pagare il canone di affitto anche in ritardo ma non oltre i 20 giorni dalla data riportata sul contratto di locazione, se si supera infatti questo tempo, il padrone di casa è libero di avviare la procedura che porta allo sfratto ma che, come da normativa previsto, si annulla se nel frattempo l’inquilino paga quanto dovuto.

Per la procedura che porta allo sfratto esecutivo, il padrone di casa deve prima depositare un atto di ricorso in tribunale perché il giudice intimi alla famiglia lo sfratto per morosità e poi, se l’inquilino continua a non pagare anche dopo la citazione per sfratto per morosità, si arriva all’udienza davanti al giudice, occasione durante la quale lo stesso inquilino può chiedere il cosiddetto termine di grazia, cioè 90 giorni ulteriori per recuperare i soldi necessari per pagare gli arretrati dovuti con le spese.

Lo sfratto si annulla se l’inquilino provvede al pagamento, in caso contrario, il tribunale emette l’ordinanza di sfratto perché l’inquilino di lasciare l’appartamento. L’ufficiale giudiziario si reca personalmente presso l’abitazione dell’inquilino moroso per consegnare la diffida perchè l’inquilino lasci l’appartamento.

Può, però, capitare che per ritardare lo sfratto, l’inquilino moroso non si faccia trovare in casa ma non esiste via d’uscita perché potrà, appunto, solo ritardare la consegna della diffida da parte dell’ufficiale giudiziario che continua a bussare alla sua porta fino a quando non lo trova.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie