Si può usare bonus vacanza 2020 covid per pagare spiaggia, ristoranti o gite di un giorno

L'utilizzo del bonus vacanze per rilanciare il settore del turismo è soggetto a numerosi limiti e non solo in riferimento alle modalità di utilizzo quanto per quelle di spesa.

Si può usare bonus vacanza 2020 covid pe

Ha preso forma il bonus vacanza 2020. Si tratta di quello sconto variabile da spendere in alberghi e agriturismi purché localizzati in Italia. A leggere con attenzione tutti i dettagli della normativa si scopre come l'utilizzo del bonus per rilanciare il settore del turismo in seguito all'emergenza sanitaria del Covid, sia soggetto a numerosi limiti.

E non solo in riferimento alle modalità di utilizzo quanto piuttosto per quelle di spesa della cifra. Prima di vedere nei particolari come e se si può usare bonus vacanza 2020 Covid per pagare spiaggia, ristoranti o gite di un giorno, ricordiamo che non tutti possono fruire indistintamente di questa opportunità.

Lo sconto spetta infatti alle famiglie (anche composte da una sola persona), il cui Isee è inferiore a 40.000 euro. L'esecutivo ha quindi introdotto limiti di reddito certificati dall'Indicatore della situazione economica equivalente come strumento per l'erogazione del bonus vacanza. Ma con un particolarità: il bonus non può essere speso a rate ma solo in una soluzione unica. Vediamo allora i dettagli della normativa e quindi

  • Bonus vacanza 2020 Covid, come si può usare
  • Pagare spiaggia, ristoranti o gite di un giorno è possibile

Bonus vacanza 2020 Covid, come si può usare

Le principali incertezze sul bonus vacanza 2020 sono in realtà legate alla modalità di spesa anziché all'individuazione del perimetro dei destinatari o alla cifra erogata.

La cifra va divisa in due quote con lo sconto per i servizi ottenuti dalla struttura ricettiva che vale l'80% del bonus la detrazione di imposta sulla dichiarazione dei redditi il restante 20%.

Il bonus vale solo in Italia per alberghi, agriturismi, bed&breakfast e serve solo per pagare i servizi offerti, ad esempio il noleggio di un posto ombrellone, una escursione guidata o una cena nel ristorante interno. Ma con due importanti particolarità: la prima è le spese devono essere sostenute in una sola soluzione e per i servizi ricevuti da una singola struttura.

La seconda è strettamente legata: ogni spesa deve essere inoltre tutte documentate con fatture o ricevute fiscali con tanto di codice fiscale di chi usufruisce dell'agevolazione affinché non possano esserci scambi di persona o tentativi di sfruttamento indebito di questa agevolazione economica. Calendario alla mano, l richiesta può essere avanzata dal primo luglio 2020 fino al 31 dicembre 2020.

Pagare spiaggia, ristoranti o gite di un giorno è possibile

Alla luce di queste disposizioni è evidente che pagare spiaggia, ristoranti o gite di un giorno è possibile, ma non sarebbe una buona mossa proprio perché il residuo del bonus non è riutilizzabile una seconda volta. Né nella stessa e né in un'altra struttura tra alberghi, agriturismi, bed&breakfast.

Il bonus vacanza 2020 può essere utilizzato per i pagamenti attraverso agenzie di viaggio e tour operator, ma non per le piattaforme online di prenotazione. E poi, dettaglio fondamentale, non tutti gli hotel e strutture di alloggio sono obbligati ad accettare il bonus vacanze e di conseguenza è consigliabile informarsi in anticipo.

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie