Sintomi meningite: quali sono, come identificare

I casi di decesso per meningite che qualche anno fa si sono registrati in Italia hanno fatto scattare la psicosi, riaccendendo la luce su questa patologia che colpisce il sistema nervoso centrale

Sintomi meningite: quali sono, come identificare

La meningite è una patologia molto pericolosa perché non offre particolari modi per riconoscerla. Bisogna essere bravi a riconoscere i sintomi imparando quali sono e come identificare la possibilità che un banale mal di testa, per esempio, possa invece essere un campanello d’allarme di qualcosa molto, molto più grave. I casi di decesso per meningite che appena qualche anno fa si sono registrati in Italia hanno fatto scattare la psicosi, riaccendendo la luce  su questa patologia che colpisce il sistema nervoso centrale, senza però risparmiare anche gli adulti. Se non riconosciuta in tempo la meningite può portare alla morte. Ed è per questo che è importante sapere come identificare un possibile caso di meningite.

Cause della meningite

La psicosi che si è scatenata in Italia qualche anno fa dopo una serie di decessi imputabili alla meningite ha riportato alla luce una patologia di cui si sentiva poco parlare e che molti ignoravano addirittura. Le cause principali che intervengono nei casi di meningite acuta sono riconducibili a una natura infettiva. I responsabili dell’infezione sono infatti virus, batteri, parassiti di vario genere e funghi. Nella maggior parte dei casi in cui la meningite acuta colpisce bambini, i batteri di maggior riscontro sono Streptococco Pneumoniae e Neisseria Meningitidis.

Come identificare i sintomi della meningite

Una volta scoperte le cause che possono provocare la meningite è importante anche saper identificare i sintomi di questa patologia potenzialmente letale. A seconda della violenza con cui colpisce la meningite può essere qualificata come acuta, cronica o subacuta. Ecco una serie di sintomi che devono fare accendere un campanello d’allarme. Sottovalutare la situazione può essere molto pericoloso perché le condizioni di salute possono subire un peggioramento repentino.

Sapere come identificare i sintomi della meningite potrebbe invece fornire la necessaria competenza per fare le scelte giuste. Oltre alla febbre, gli altri sintomi che possono segnalare la possibile entrata in azione della meningite sono le convulsioni, una forte emicrania, la poca sopportabilità della luce, la sonnolenza con alterazione di coscienza ed infine il vomito.

Consigli utili per riconoscere i casi di meningite

Come abbiamo detto la meningite è una patologia pericolosa perché subdola. Non è facile riconoscere i casi di meningite quando essa è allo stadio iniziale. Questo a causa di una sintomatologia poco definita che facilmente può essere scambiata per una banale forma influenzale. Ecco perché è utile ricordare questi consigli utili ad agire in maniera quanto più corretta possibile negli eventuali casi che si incontrano. La prima regola è quella di non sottovalutare alcuni aspetti come inappetenza, la fotofobia, l’irritabilità, il dolore alle gambe, il mal di testa, l’alterazione dello stato di coscienza e le convulsioni che possono essere la spia di una patologia molto pericolosa e potenzialmente anche letale.

Ti è piaciuto questo articolo?







Autore: Luigi Mannini
pubblicato il
Ultime Notizie