Sistemi e dispositivi per bagnare giardini casa con risparmio reale su costi e bollette

Avere un giardino fa bene, mantenerlo bello d'estate è meglio. Ma come fare a contenere i costi elevati per il consumo dell'acqua?

Sistemi e dispositivi per bagnare giardi

Giardini di casa: quali sistemi per risparmiare sui costi?

Per ridurre il consumo di acqua durante l'irrigazione del giardino, è sufficiente collegare un timer per l'acqua al rubinetto esterno. In questo modo il rubinetto si aprirà solo quando necessario e rimarrà chiuso in caso di pioggia, quando il terreno è bagnato. Ma i sistemi sono anche altri.

Senza acqua non c'è vita. Quindi è meglio conservarla ed evitare di sprecarla il più possibile. Soprattutto in giardino, dove il consumo annuo di acqua può essere davvero elevato. Ecco allora alcuni consigli per fare una buona azione per il pianeta, ma anche per risparmiare sulla bolletta dell'acqua:

  • Giardini di casa: quali sistemi per risparmiare sui costi

  • Altri dispositivi per contenere la spesa per le bollette

Giardini di casa: quali sistemi per risparmiare sui costi

Per ridurre il consumo di acqua durante l'irrigazione del giardino, è sufficiente collegare un timer per l'acqua al rubinetto esterno. In questo modo il rubinetto si aprirà solo quando necessario e rimarrà chiuso in caso di pioggia, quando il terreno è bagnato.

Sempre più popolare, il raccoglitore d'acqua consente di adottare nuovi comportamenti da eco-cittadino riutilizzando l'acqua piovana per irrigare il tuo giardino o l'orto, per lavare l'auto o persino pulire il bagno.

Esistono diversi sistemi più o meno elaborati, ma un semplice collettore installato nel giardino permetterà di raccogliere l'acqua piovana attraverso delle grondaie poste sul tetto di casa. In questo modo si riduce il consumo di acqua potabile per gli usi che non lo richiedono. Economico ed ecologico, un semplice sistema di recupero consente di risparmiare fino al 50% del consumo di acqua.

Avere un giardino fa bene, mantenerlo bello d'estate è meglio. Perché il periodo estivo e il suo clima caldo favoriscono la siccità e la carenza d'acqua. L'estate è anche il periodo delle vacanze e delle assenze prolungate. Tante sfide per il giardino. Quindi, per evitare di trovare le piante completamente prosciugate all'inizio dell'anno scolastico, la tentazione è di allestire sistemi di irrigazione costosi e particolarmente ad alta intensità idrica?

Ebbene, non c'è bisogno di sprecare acqua e denaro per mantenere un bel giardino d'estate. Raccogliere l'acqua piovana per innaffiare il tuo giardino è uno dei metodi gratuiti più popolari per i proprietari di esterni. L'acqua che si può raccogliere in questo modo non sarà utile solo in giardino, ma anche per pulire l'auto e potrebbe anche alimentare la lavatrice.

Quasi 20 litri ogni 60 secondi fluiscono nel giardino quando si utilizza un tubo da giardino. Se questo è l'unico mezzo a disposizione, è necessario munirlo di pistola per ridurre il flusso d'acqua. Tuttavia, c'è un modo migliore per risparmiare acqua nell'orto senza far assetare i raccolti. Questo è il sistema a goccia. Niente più deflussi inutili.

Questo dispositivo distribuisce solo ciò che è necessario e poiché non bagna il fogliame, il rischio di malattie è ridotto.

Il tubo poroso è un'altra buona soluzione per non sprecare acqua. I giardinieri con un'anima fai-da-te che non sono vicini a un sistema D possono trasformare un tubo convenzionale in un gocciolatoio e collegarlo al loro collettore di acqua piovana.

Altri dispositivi per contenere la spesa per le bollette

Senza acqua, è improbabile che molte verdure coltivate nell'orto domestico abbiano successo. Ovviamente è fondamentale innaffiare l'orto regolarmente, e soddisfare le esigenze di ogni famiglia di piante da orto a seconda della stagione, delle temperature, della frequenza delle piogge. Avere un orto ben fornito può essere piuttosto costoso in termini di acqua.

L'acqua che cade dal cielo è una ricchezza assoluta per il giardino perché non è calcarea, a differenza di quella del rubinetto. Ma non è tutto. Il recupero dell'acqua piovana è una soluzione sempre più utilizzata dai giardinieri perché consente l'utilizzo di acqua rinnovabile e gratuita a differenza di quella che viene prelevata dalla rete dell'acqua potabile.

Sta a tutti scegliere un raccoglitore di acqua piovana con una capacità sufficiente sia per innaffiare le proprie verdure che per uso domestico. Il volume della vasca viene scelto in base alla superficie del terreno coltivato e al numero di persone che compongono la famiglia.

Il lavoro del terriccio dell'orto va effettuato con tempo nuvoloso ma soprattutto non se non è più da molto tempo. Allo stesso modo, non è giudizioso porsi lì in periodo di forte caldo. Girare il terreno porta alla sua disidratazione. Non c'è bisogno di moltiplicare i fattori di essiccazione perché sarebbe necessario annaffiare di conseguenza in modo che il terreno riacquisti un adeguato livello di umidità.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il