Stage Contratto pubblici esercizi e ristorazione 2021 (ccnl) remunerazione, durata, ripetibilità, permessi, malattia e assunzione

Durata variabile a seconda del soggetto che svolge lo stage, ripetibilità ammessa e regole per permessi e malattia: come funziona stage Contratto pubblici esercizi e ristorazione

Stage Contratto pubblici esercizi e rist

Lo stage con contratto pubblici esercizi e ristorazione 2021 è ripetibile?

Stando a quanto previsto da Ccnl, è ammessa la ripetibilità dello stage per una o più volte a condizione che la durata dell’esperienza formativa non superi nel suo complesso i limiti massimi indicati per ogni tipologia di stage. Non ci sono, invece, limiti al numero di stage che un soggetto può svolgere presso aziende diverse, né relativamente alla durata complessiva degli stessi.
 

Cosa prevede lo stage nel contratto pubblici esercizi e ristorazione? I tirocini formativi e di orientamento, noti come stage, sono molto vantaggiosi sia per l’impresa e sia il tirocinante, che possono migliorare la propria posizione sul mercato del lavoro; per la scuola, che ottimizza l’efficienza del percorso formativo, nonchè per il sistema territoriale, a cui si assicurano, di conseguenza, professionalità diffusa.

Gli stage hanno una duplice valenza: da una parte quella di formare il giovane attraverso l’alternanza tra studio e lavoro, dall’altra quella di agevolare le sue scelte professionali attraverso la conoscenza diretta del mondo lavorativo. Vediamo come funzionano e quali sono le norme previste per lo stage nel contratto pubblici esercizi e ristorazione.

  • Stage Contratto pubblici esercizi e ristorazione 2021 remunerazione
  • Stage Ccnl pubblici esercizi e ristorazione 2021 durata e ripetibilità
  • Stage Contratto pubblici esercizi e ristorazione 2021 regole permessi e malattia 
  • Stage Contratto pubblici esercizi e ristorazione assunzione

Stage Contratto pubblici esercizi e ristorazione 2021 remunerazione

Lo stage con contratto pubblici esercizi e ristorazione 2021 non è definito come un vero e proprio rapporto di lavoro e come tale non prevede alcun diritto per il soggetto che svolge lo stage a percepire una remunerazione fissa e regolare. 

La legge prevede per gli stagisti la possibilità di ricevere un rimborso spese o anche nota come indennità di partecipazione che non può essere inferiore ai 300 euro lordi mensili e le somme percepite dagli stagisti come rimborso delle spese sostenute per eseguire gli incarichi ricevuti dal soggetto ospitante nel comune e fuori del comune di domicilio del soggetto ospitante stesso, trattandosi di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente sono soggette al regime fiscale previsto per i lavoratori dipendenti.

Stage Ccnl pubblici esercizi e ristorazione 2021 durata e ripetibilità

Lo stage con contratto pubblici esercizi e ristorazione può essere svolto da chiunque perchè non è previsto un limite massimo di età massima per lo svolgimento dello stage. Lo stagista, una volta iniziato il suo percorso, ha degli obblighi nei confronti dell’azienda ospitante e deve, in particolare:

  • svolgere le attività previste dal progetto formativo e di orientamento;
  • rispettare le norme in materia di igiene, sicurezza e salute sui luoghi di lavoro;
  • mantenere la riservatezza riguardo a dati, informazioni o conoscenze sui processi produttivi e i prodotti, acquisite durante lo stage;
  • seguire le indicazioni dei tutor e fare riferimento ad essi per qualsiasi esigenza organizzativa o di altro tipo;
  • rispettare i regolamenti aziendali. 

Per quanto riguarda la durata dello stage con contratto pubblici esercizi e ristorazione, non è prevista una durata minima ma sono previsti limiti per la durata massima di uno stage a seconda dei soggetti che lo svolgono e sono di:

  • 4 mesi per gli studenti della scuola secondaria;
  • 6 mesi per i lavoratori inoccupati o disoccupati, compresi i lavoratori in mobilità;
  • 6 mesi per studenti di istituti professionali di Stato o di corsi di formazione professionale e per gli studenti che frequentano attività formative post-diploma o postlaurea, anche nei diciotto mesi successivi al completamento della formazione;
  • 12 mesi per studenti che frequentano corsi di laurea o di diploma universitario, dottorati di ricerca, scuole o corsi di perfezionamento e specializzazione sia universitari che non universitari, anche nei diciotto mesi successivi al completamento della formazione; 
  • 12 mesi per le persone svantaggiate (invalidi fisici, psichici e sensoriali, ex degenti di istituti psichiatrici, soggetti in trattamento psichiatrico, tossicodipendenti, alcolisti, minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare, condannati ammessi alle misure alternative alla detenzione, ecc, ad esclusione delle persone portatrici di handicap;
  • 24 mesi per i soggetti portatori di handicap.

Nel calcolo della durata massima dello stage non vengono computati gli eventuali periodi di astensione dal lavoro a causa dello svolgimento del servizio militare o civile e i periodi di astensione obbligatoria per maternità.

E’, inoltre, ammessa la ripetibilità dello stage per una o più volte a condizione che la durata dell’esperienza formativa non superi nel suo complesso i limiti massimi indicati per ogni tipologia di stage. Non ci sono, invece, limiti al numero di stage che un soggetto può svolgere presso aziende diverse, né relativamente alla durata complessiva degli stessi.

Stage Contratto pubblici esercizi e ristorazione 2021 regole permessi e malattia 

Il periodo di stage con contratto pubblici esercizi e ristorazione non essendo considerato, per legge, un periodo da inquadrare con un vero e proprio contratto di lavoro non prevede per lo stagista il diritto a maturare permessi retribuiti, ma può assentarsi in caso di urgenze e necessità previo accordo con il datore di lavoro e stesso discorso vale nel caso di malattia.

Gli stagisti possono, infatti, comunicare al datore di lavoro la necessità di assentarsi dal lavoro a causa di malattia ma non hanno alcun obbligo di presentare allo stesso il certificato medico, come previsto per legge per i lavoratori assunti con contratto di lavoro subordinato, né godono del diritto di percepire indennità durante il periodo di malattia.

Stage Contratto pubblici esercizi e ristorazione assunzione

Una volta terminato il periodo di stage, l’azienda ospitante può decidere di assumere lo stagista, prevedendo per lui anche un eventuale periodo di prova della durata stabilita dal contratto pubblici esercizi e ristorazione 2021.

L’assunzione dello stagista con contratto pubblici esercizi e ristorazione può essere sia a tempo determinato che direttamente a tempo indeterminato, e deve avvenire in forma scritta con la stipula di un vero e proprio contratto di lavoro in cui riportare:

  • data di assunzione;
  • durata dell'eventuale periodo di prova;
  • Livello di inquadramento;
  • trattamento economico spettante;
  • firma delle parti.





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il