Stage e indennitÓ di disoccupazione ci sono o no aiuti economici se stage finisce o viene bloccato

Quale aiuto si pu˛ richiedere una volta finito o bloccato lo stage tra indennitÓ di disoccupazione Naspi e altro sostegno economico

Stage e indennitÓ di disoccupazione ci sono o no aiuti economici se stage finisce o viene bloccato

Quando lo stage finisce o viene bloccato si pu˛ richiedere indennitÓ di disoccupazione o altro aiuto?

Lo stage non essendo considerato un vero e proprio contratto di lavoro ma un percorso di formazione, una volta finito o bloccato, per licenziamento o dimissioni, non da diritto a chiedere l’indennità di disoccupazione Naspi né altro aiuto economico.

Lo stage non è un rapporto di lavoro vero e proprio e non sempre viene retribuito, per cui lo stagista nel caso in cui fosse in disoccupazione e percepisse l’indennità di disoccupazione Naspi, pur iniziando uno stage non perderebbe lo stato di disoccupazione, né le prestazioni e agevolazioni collegate come la Naspi. Ma cosa succede quando uno stage finisce? Il lavoratore una volta terminato lo stage può richiedere l’indennità di disoccupazione?

  • Stage e indennità di disoccupazione quando finisce
  • Stage aiuti economici quando finisce o viene bloccato


Stage e indennità di disoccupazione quando finisce

Chi inizia uno stage e inizia un percorso di formazione professionale, la cui durata è variabile a seconda del tipo di stage che si svolge, può essere licenziato senza alcun preavviso da parte del datore di lavoro, cosa che blocca improvvisamente il percorso, altrimenti arriva fino alla sua naturale scadenza. Il periodo di durata di uno stage è, in particolare, di:

  • 6 mesi per stage formativo e di orientamento;
  • 12 mesi per stage di inserimento e reinserimento al lavoro per disoccupati, inoccupati e lavoratori in mobilità e disciplinato dalle singole Regioni;
  • 12 mesi per stage a favore dei soggetti svantaggiati (rientrano nella categoria di persone svantaggiate alcolisti, tossicodipendenti, soggetti in trattamento psichiatrico, soggetti condannati che possono usufruire di misure alternative alla detenzione).
  • 24 mesi per stage di disabili.

Lo stage prevede, come detto, la possibilità di licenziamento senza preavviso da parte del datore di lavoro ma anche di rassegnare le dimissioni da parte del lavoratore e anche in tal caso senza necessità di preavviso.

Questa modalità rappresenta una grande differenza tra stagisti e coloro che hanno contratto di lavoro ufficiale, sia tempo determinato che a tempo indeterminato, e, infatti, lo stage non essendo considerato un vero e proprio contratto di lavoro, una volta finito e bloccato, sia per licenziamento sia per dimissioni, non da diritto alla richiesta dell’indennità di disoccupazione Naspi.

Uno stagista che finisce il periodo di stage o che viene licenziato, dunque, non può chiedere l’indennità di disoccupazione e proprio perché non considerato lo stage un vero e proprio contratto di lavoro chi è in disoccupazione e già percepisce la Naspi può iniziare uno stage senza perdere, come detto a inizio pezzo, diritto a percepire l’indennità già in corso.

Stage aiuti economici quando finisce o viene bloccato

Così come lo stagista una volta finito o bloccato lo stage non ha diritto di presentare domanda per l’indennità di disoccupazione Naspi, non ha diritto nemmeno ad altri aiuti economici. Non si sono, infatti, ammortizzatori sociali per gli stagisti, sempre perché il contratto di stage non essendo considerato un vero e proprio contratto di lavoro ma un percorso di formazione non è tra quelli che prevedono trattamenti di disoccupazione.

Del resto, per gli stagisti non è previsto il versamento dei contributi previdenziale e la retribuzione che si percepisce durante il periodo di stage più che un vero e proprio stipendio mensile rappresenta una sorta di compenso o indennità che può essere decisa dal datore di lavoro come esso stesso può anche decidere di non erogare alcun compenso allo stagista.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie