Stipendi lordi e netti contratto alimentare 2021. Calcolo ed esempi

Come cambiano gli stipendi lordi e netti dei lavoratori con contratto alimentare 2021: minimi, eventuali indennità, imposte, contributi e altre voci da considerare

Stipendi lordi e netti contratto aliment

Come cambiano stipendi lordi e netti nel contratto alimentare 2021?

Gli stipendi per i lavoratori con contratto alimentare 2021 cambiano a seconda del Livello di inquadramento professionale previsto ma anche al netto delle imposte e per effetto dei nuovi aumenti previsti dal rinnovo del contratto alimentare e comprendono minimo tabellare, indennità di funzione valida solo per i Quadri, scatti di anzianità, eventuali altre indennità cui però bisogna poi sottrarre diverse voci, come imposte, contributi previdenziali e quota Tfr per ottenere l’importo netto dello stipendio.
 

Il contratto alimentare 2021, che è stato oggetti di recente rinnovo con aumenti di stipendio e novità relative a permessi e congedo familiare, prevede stipendi lordi e netti che sono diversi per i dipendenti a seconda del Livello in cui vengono inquadrati una volta assunti ed eventuali scatti di anzianità che si maturano. 

Al netto di imposte e altre voci di pagamento, gli stipendi lordi sono sempre chiaramente più elevati degli stipendi netti. Vediamo allora di seguito quali sono stipendi lordi e netti previsti per lavoratori con contratto alimentare 2021. 

  • Stipendi lordi e netti contratto alimentare 2021
  • Calcolo ed esempi stipendi contratto alimentare 2021

Stipendi lordi e netti contratto alimentare 2021

Cambiano gli stipendi per i lavoratori con contratto alimentare 2021 a seconda del Livello di inquadramento professionale previsto ma anche al netto delle imposte e per effetto dei nuovi aumenti previsti dal rinnovo del contratto alimentare

Stando a quanto previsto, gli stipendi lordi per i lavoratori con contratto alimentare 2021 comprendono minimo tabellare, indennità di funzione valida solo per i Quadri, eventuali altre indennità e scatti di anzianità. 

Lo stipendio per i diversi livelli del contratto alimentare 2021 è il seguente:

  • per Livello 1S Quadri che controllano e coadiuvano aree strategiche 2.336,03 euro al mese, più 33,57 euro di scatti di anzianità;
  • per Livello 1 amministrativi e tecnici con funzioni di responsabilità 2.031,31 euro al mese, più 28,92 euro di scatti di anzianità;
  • per Livello 2 lavoratori con funzioni di concetto e con autonomia gestionale 1.675,86 euro al mese, più 24,79 euro di scatti di anzianità;
  • per Livello 3A amministrativi e tecnici che coadiuvano team di lavoro per 1.472,72 euro al mese, più 21,69 euro di scatti di anzianità;
  • per Livello 3 amministrativi e tecnici con adeguata preparazione e che lavorano in autonomia per 1.320,39 euro al mese, più 19,11 euro di scatti di anzianità;
  • per Livello 4 amministrativi e tecnici specializzati per 1.218,80 euro al mese, più 17,56 euro di scatti di anzianità;
  • per Livello 5 lavoratori addetti al processo produttivo per 1.117,25 euro al mese, più 16,01 euro di scatti di anzianità;
  • per Livello 6 lavoratori semplici senza particolari competenze 1.015,69 euro al mese, più 14,46 euro di scatti di anzianità.

Calcolo ed esempi stipendi contratto alimentare 2021

Per fare un esempio di calcolo di stipendio netto e lordo di un lavoratore con contratto alimentare 2021, considerando un dipendente inquadrato nel Livello 3A che percepisce circa 1.500 euro lordi al mese, al netto di imposte (Irpef e addizionali), contributi previdenziali, quota Tfr e considerando eventuali detrazioni da lavoro dipendente per familiari a carico (coniuge o figli), percepisce uno stipendio di 1.200 euro netti circa al mese.
 

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il