Svolta storica su chi è responsabile di un abuso edilizio con modifica sostanziale leggi 2022

Cambiano rispetto a leggi attali le responsabilità in caso di abusi edilizi: cosa prevedono leggi per proprietari e costruttori

Svolta storica su chi è responsabile di

Qual è la svolta storica su chi è responsabile di un abuso edilizio?

Stando a quanto affermato da una recente sentenza del Tar Puglia, è responsabile di un eventuale abuso edilizio sempre il detentore del bene. Secondo il Tar Puglia, responsabilità di un abuso edilizio non è sempre e solo dei costruttori ma è anche dei proprietari.

Qual è la svolta storica su chi è responsabile di un abuso edilizio? La questione delle responsabilità per abusi edilizi è molto dibattuta, da sempre e spesso sono intervenute diverse sentenze a chiarirne le regole. Ora è arrivata una nuova modifica sostanziale in merito alla responsabilità di abusi edilizi che cambia in modo sostanziale le leggi attuali. Vediamo cosa prevede la nuova svolta storica su chi è responsabile di un abuso edilizio.

  • Responsabile di un abuso edilizio svolta storia rispetto a leggi attuali
  • Cosa cambia per responsabilità abuso edilizio con ulte novità

Responsabile di un abuso edilizio svolta storia rispetto a leggi attuali

Stando a quanto affermato da una recente sentenza del Tar Puglia, è responsabile di un eventuale abuso edilizio sempre il detentore del bene. Secondo il Tar Puglia, responsabilità di un abuso edilizio non è sempre e solo dei costruttori ma è anche dei proprietari. Quando, infatti, c’è un abuso edilizio, anche su area demaniale, è sempre il proprietario del bene il responsabile anche se non ha commesso materialmente l’abuso.


La Corte di Cassazione, in tema di responsabilità di abusi edilizi, aveva già affermato che il il proprietario incolpevole non risponde penalmente degli abusi commessi ma è soggetto a provvedimenti sanzionatori da parte del Comune di competenza. Risponde, invece, penalmente di costruzioni abusive a solo se direttamente realizzate da lui come costruttore dell’opera. 

Il Tar Lazio ha, invece, sottolineato che affinché il proprietario di una costruzione abusiva possa essere destinatario di un’ordinanza di demolizione, non è obbligatorio che risulti responsabile dell'abuso, poiché la norna prevede la legittimazione passiva del proprietario in quanto titolare del diritto dominicale sul bene.

Dunque, la responsabilità per abusi edilizi è del proprietario, anche quando si stratta di abuso edilizio in condominio, di cui è responsabile ogni singolo che lo commette, mentre per lavori che risultano poi abusi edilizi in condominio, la responsabilità è dell'amministratore di condominio anche se gli abusi edilizi sono commessi da un singolo condomino ma interessano parti comuni dell’edificio, come facciata esterna-

Cosa cambia per responsabilità abuso edilizio con ulte novità


Se, dunque, le leggi in vigore affermano che la responsabilità di un abuso edilizio è sempre del costruttore, la nuova sentenza rappresenta una vera svolta in tal senso, affermando la responsabilità dell’abuso edilizio è comunque sempre del detentore del bene, proprietario di casa o altro immobile.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il