Tapparelle devono essere tutti uguali in condominio o non è obbligatorio

Non è obbligatorio che le tapparelle dei condomini di un edificio siano per forza tutte assolutamente uguali ma non devono mai alterare il decoro dell’edificio

Tapparelle devono essere tutti uguali in

Le tapparelle devono essere tutti uguali in condominio?

Non è obbligatorio che le tapparelle del condominio siano per forza tutte uguali ma nella scelta di nuove tapparelle da mettere bisogna comunque optare per modelli simili quanto meno a quelli degli altri condomini. Se, per esempio, tutti hanno tapparelle color marrone, sarebbe consigliabile sceglierle dello stesso colore, non rosse o verdi, o gialle.

Quando si parla di lavori o sostituzioni di alcuni elementi del proprio appartamento in condominio è bene sapere che vi sono regole da seguire e in alcuni casi per poter procedere a determinati lavori o opere serve l’autorizzazione da parte dell’assemblea di condominio. 

Le regole in vigore permettono ad ogni condomino di agire in piena libertà sulla propria casa, rispettando però sempre alcuni dettami che si rifanno soprattutto al concetto di decoro architettonico di un edificio che, come previsto dalla legge, non deve essere alterato. 

Questa regola vale sempre, per cui, per esempio, se un condomino vuole chiudere il proprio balcone con una veranda, bisogna capire se si può fare perché altera o meno il decoro architettonico del palazzo, stesso discorso vale per le ringhiere dei balconi, e delle tapparelle.
Vediamo allora se le tapparelle devono essere tutti uguali in condominio o non è obbligatorio?

  • Tapparelle devono essere tutti uguali in condominio o no
  • Tapparelle in condominio detrazioni disponibili

Tapparelle devono essere tutti uguali in condominio o no

Stando a quanto previsto dalle norme in vigore, le tapparelle devono essere manutenute e sostituite direttamente dai  singoli condomini proprietari delle case e rappresentano un accessorio su cui il proprietario può decidere in piena autonomia. Ogni condomino può, infatti, decidere quando e come cambiare le tapparelle di casa propria senza necessità di chiedere alcun permesso o autorizzazione all'assemblea di condominio che, dal canto suo, non può possa interferire sulle decisioni del condomino. 

Tuttavia, come stabilito dal Codice Civile, essendo le tapparelle un accessorio della facciata dell'edificio devono essere scelte in modo da non alterare l'estetica dello stabile, perché lo stesso Codice Civile sottolinea come i condomini possano eseguire opere nelle loro unità immobiliari ma sempre senza alterare il decoro architettonico dell’edificio di condominio.

Ciò significa, dunque, che non è obbligatorio che le tapparelle del condominio siano per forza tutte uguali ma nella scelta di nuove tapparelle da mettere bisogna comunque optare per modelli simili quanto meno a quelli degli altri condomini. Se, per esempio, tutti hanno tapparelle color marrone, sarebbe consigliabile sceglierle dello stesso colore, non rosse o verdi, o gialle, pur avendo però libertà di scegliere tonalità di marrone magari un po' differenti.

Tapparelle in condominio detrazioni disponibili

I condomini possono decidere, dunque, di cambiare le tapparelle di casa propria quando e come meglio credono ma uniformandosi, in linea generale e per quanto possibile, alle tapparelle degli altri condomini per mantenere inalterato il decoro dell’edificio. 

Inoltre, è bene sapere che cambiare e sostituire le tapparelle rientra tra i lavori per cui è possibile fruire detrazione delle spese, perché le tapparelle sono considerate schermature solari e pertanto possono godere del bonus del 50% delle spese sostenute fino a un massimo di 60.000 euro. 

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il