Tasse e regole fiscali 2021 su assegno di mantenimento per figli o dato alla moglie

Tasse e regole fiscali 2021 su assegno di mantenimento per figli o dato alla moglie

Tasse e regole fiscali 2021 su assegno d

Quali sono le regole fiscali 2021 su assegno di mantenimento per figli o dato alla moglie?

Stando a quanto previsto dalle regole fiscali attualmente in vigore 2020-2021, per la ex moglie beneficiaria dell'assegno di mantenimento, quest'ultimo costituisce reddito assimilato a quello di lavoro dipendente per cui è soggetto a tassazione Irpef, mentre per l'ex marito che deve pagare l'assegno di mantenimento in maniera periodica, l'importo corrisposto rappresenta un onere deducibile dal reddito. Non è soggetto ad alcuna tassazione, invece, l’importo dell’assegno di mantenimento ai figli.

L’assegno di mantenimento deve essere versato alla ex moglie che non sia indipendente economicamente e ai figli minorenni ma anche maggiorenni fino a quando non raggiungono una propria indipendenza economica svolgendo un lavoro adeguato.

Tocca al giudice, in sede di separazione, stabilire l'importo dell'assegno di mantenimento da versare a ex moglie e figli e vediamo quali sono le tasse e le regole fiscali 2021 sull’assegno di mantenimento per figli o la moglie.

  • Tasse 2021 su assegno di mantenimento per figli o moglie
  • Altre regole fiscali 2021 su assegno di mantenimento per figli o moglie

Tasse 2021 su assegno di mantenimento moglie

L’assegno di mantenimento alla moglie è assoggettato alla tassazione Irpef per la moglie che lo percepisce, perchè si tratta di una somma assimilata al reddito da lavoro dipendente.

In questo caso, infatti, l’assegno di mantenimento rappresenta reddito esente da tassazione per il coniuge che lo percepisce. Dunque, l’assegno di mantenimento corrisposto alla ex moglie con cadenza periodica costituisce reddito assimilato a quello di lavoro dipendente e quindi, esattamente come quest’ultimo, risulta imponibile ai fini Irpef e implica anche il riconoscimento delle detrazioni d’imposta.

Per l’ex marito che corrisponde l’assegno di mantenimento alla moglie, la somma versata è un onere deducibile dal reddito. Se, per esempio, il marito versa un assegno di mantenimento di 2mila al mese, può dedurre dal proprio reddito complessivo tutta la somma erogata a titolo di mantenimento.  

Precisiamo che l’assegno di mantenimento alla moglie può essere deducibile in dichiarazione dei redditi del marito, solo se quest’ultimo paga la somma dovuta periodicamente e il suo importo sia stato fissato da un provvedimento dell’Autorità giudiziaria.

Altre regole fiscali 2021 su assegno di mantenimento per figli o moglie

Se l’assegno di mantenimento alla moglie è soggetto a tasse per la moglie che lo riceve ed è deducibile per l’ex marito che lo eroga, per l’assegno di mantenimento per i figli, stando a quanto previsto dalle norme in vigore, non è prevista alcuna deducibilità. Non è soggetto ad alcuna tassazione, invece, l’importo dell’assegno di mantenimento ai figli.

C’è poi il caso delle regole fiscali 2021 per chi decide di versare l’assegno di mantenimento a moglie e figli non periodicamente e in maniera costante e continuativa ma in un’unica soluzione. In questo caso, le leggi in vigore non prevedono alcuna tassazione, perché il versamento di denaro in un’unica soluzione non ha natura reddituale e viene assimilata ad una transazione, sia che avvenga in un’unica soluzione sia che avvenga in maniera rateizzata.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il