Tempi medi di pagamento 2019-2020 dello Stato, Comuni, enti pubblica amministrazione

I Comuni italiani fanno registrare un tempo medio di pagamento di circa 35 giorni e in media un giorno di ritardo. E le Regioni? Ecco i dati territorio per territorio.

Tempi medi di pagamento 2019-2020 dello

Quali sono i tempi medi di pagamento della pubblica amministrazione?

Tra i vari enti pubblici non si registrano grandi differenze nei tempi medi di pagamento di imprese e professionisti. Si aggirano tra 34 e 42 giorni per il pagamento e tra 5 e 8 giorni di ritardo. Tra le Regioni, la più ritardataria risulta la Basilicata che impiega mediamente 103 giorni per saldare un pagamento. All'opposto la più puntuale è la Toscana con i suoi 16 giorni.

Il grande problema per le imprese e i professionisti in Italia? Il ritardo nei tempi di pagamento di Stato, Comuni ed enti pubblica amministrazione per i lavori effettuati. In alcuni casi è talmente cronico da provocare il fallimento di imprese e lavoratori.

Eppure, diciamolo pure prima di pubblicare le tabelle sui tempi medi di pagamento e di ritardo di Regioni e Province Autonome, Province e Comuni, che la situazione nell'ultimo biennio è migliorata rispetto al passato. Ma esistono ancora grandi differenze tra territori. Scopriamo tutti i dettagli ed esattamente

  • Stato, Comuni, enti pubblica amministrazione: tempi medi di pagamento
  • Tempi medi di pagamento e di ritardo di tutte le Regioni italiane
  •  

Stato, Comuni, enti pubblica amministrazione: tempi medi di pagamento

Tra i vari enti pubblici non si registrano grandi differenze nei tempi medi di pagamento di imprese e professionisti. Si aggirano tra 34 e 42 giorni per il pagamento e tra 5 e 8 giorni di ritardo.

Certo, i versamenti dovrebbero essere puntuali, soprattutto nel caso in cui la consegna dei lavori è rientrata nei tempi pattuiti.

Tuttavia non si registrano grandi criticità. I Comuni italiani fanno registrare un tempo medio di pagamento di circa 35 giorni e in media un giorno di ritardo. La fotografia della situazione attuale è la seguente:

  • Regioni e Province Autonome: 34 giorni (tempo medio di pagamento ponderato), 5 giorni (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Province: 41 (tempo medio di pagamento ponderato), 7 giorni (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Città metropolitane: 33 giorni (tempo medio di pagamento ponderato), 4 giorni (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Comuni con oltre 60.000 abitanti: 42 giorni (tempo medio di pagamento ponderato), 6 giorni (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Comuni con oltre 10.000 abitanti: 42 giorni (tempo medio di pagamento ponderato), 8 giorni (tempo medio di ritardo ponderato)

Tempi medi di pagamento e di ritardo di tutte le Regioni italiane

Sicuramente più interessante perché più varia è la mappa dei ritardi dei pagamenti delle Regioni d'Italia. La più ritardataria risulta la Basilicata che impiega mediamente 103 giorni per saldare un pagamento. All'opposto la più puntuale è la Toscana con i suoi 16 giorni.

Sulla base dei dati del sistema informatico Piattaforma dei crediti commerciali, gestita per il Ministero dell'Economia dal Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato, questa è la situazione:

  • Regione Puglia: 36 giorni (tempo medio di pagamento ponderato), 11 giorni (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Toscana: 16 (tempo medio di pagamento ponderato), 25 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Friuli Venezia Giulia: 20 (tempo medio di pagamento ponderato), 15 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Liguria: 33 (tempo medio di pagamento ponderato), 12 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Lombardia: 18 (tempo medio di pagamento ponderato), 13 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Provincia di Trento: 25 (tempo medio di pagamento ponderato), 8 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Provincia di Bolzano: 22 (tempo medio di pagamento ponderato), 8 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Autonoma Trentino-Alto Adige-Sudtirolo: 25 (tempo medio di pagamento ponderato), 5 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Umbria: 44 (tempo medio di pagamento ponderato), 5 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Lazio: 22 (tempo medio di pagamento ponderato), 23 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Basilicata: 103 (tempo medio di pagamento ponderato), 73 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Calabria: 41 (tempo medio di pagamento ponderato), 11 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Emilia Romagna: 31 (tempo medio di pagamento ponderato), 6 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Piemonte: 44 (tempo medio di pagamento ponderato), 6 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Sardegna: 19 (tempo medio di pagamento ponderato), 12 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Siciliana: 60 (tempo medio di pagamento ponderato), 18 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Valle D'Aosta: 24 (tempo medio di pagamento ponderato), 6 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Abruzzo: 65 (tempo medio di pagamento ponderato), 25 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Campania: 48 (tempo medio di pagamento ponderato), 4 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Molise: 38 (tempo medio di pagamento ponderato), 8 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Marche: 42 (tempo medio di pagamento ponderato), 5 (tempo medio di ritardo ponderato)
  • Regione Veneto: 62 (tempo medio di pagamento ponderato), 1 (tempo medio di ritardo ponderato)

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il
Ultime Notizie