Terza guerra mondiale: arriverà in Italia?

Siamo giunti forse all’ora X. Saremo al sicuro nel nostro Paese? In che modo l’Italia sarà coinvolta nel conflitto che darà vita alla Terza Guerra Mondiale?

Terza guerra mondiale: arriverà in Italia?

Cosa significa per l’Italia la Terza Guerra Mondiale?

La Terza Guerra Mondiale è l’evento che spazzerà via l’umanità, riducendo agli stenti i superstiti se mai ce saranno. L’Italia come tutti gli altri Paesi del globo, rischia in prima persona di essere coinvolta in pieno dagli eventi catastrofici che possono susseguirsi. Rappresenta l’anello di una lunga catena travolta dalla scia della distruzione.

Al di là della comprensibile paura che può scatenare il solo pensiero di una Terza Guerra Mondiale, è importante capire come e perché il nostro Paese potrebbe essere coinvolto in un probabile conflitto mondiale. A generare il panico sull’Italia e la Terza Guerra Mondiale, sono le vicende che legano consapevolmente o meno, il nostro Paese dal vortice che coinvolge gli Stati Uniti d’America alla Siria, all’ISIS, e alle “pressioni” che di consueto espone il presidente nordcoreano Kim Jong-un su un probabile conflitto nucleare.

Terza guerra mondiale: arriverà in Italia?

C’è chi pensa che siamo a un soffio dalla Terza Guerra Mondiale, gli eventi forse presto si scateneranno senza lasciare spazio a polemiche e dibattiti. A questo punto è bene capire il ruolo che il nostro Paese avrà in un probabile conflitto, nell’ipotesi peggiore che si avverino tutte le profezie e le previsioni formulate fino a oggi.  

Una cosa è chiara se si aprisse la voragine di uno scenario apocalittico (forse) nessun posto sarebbe realmente sicuro. È possibile che vi siano dei luoghi dove l’ondata della “morte” sopraggiunga in ritardo. La contaminazione ambientale impiegherà più tempo, ma arriverà ovunque. Riservarsi (forse) dei posti in prima fila per le zone di Malta o l’Irlanda o ancora l’Antartide ecc. può rappresentare una breve luce di salvezza, ma potrebbero essere sempre colpiti indirettamente. Difficile stabilire con l'assoluta certezza quale posto potrebbe restare indenne.

Quale il ruolo che rivestirà l’Italia nella Terza Guerra Mondiale? Il nostro Bel Paese non può stare a guardare, rammentiamo che ospitiamo le basi militari degli Stati Uniti d’America, quindi rappresentiamo una posizione molto strategica per gli U.S.A. Di conseguenza, siamo chiamati in causa per i rapporti derivanti dalle alleanze siglate in passato.

Chi sarà tagliato fuori da probabile conflitto mondiale? È possibile che vengano “risparmiate l’Asia e il Sud America.

L’onda della Terza Guerra Mondiale chi coinvolgerà? Si presume che il nucleo del conflitto ruoti sul Medio Oriente e l’Europa, nonché il Nord America.

Cosa fare se arriva la Terza Guerra Mondiale in Italia?  Il primo passo è trovare un “posto” sicuro isolato, un rifugio lontano dal quello che può essere un probabile obbiettivo missilistico. L’ideale sarebbe costruirsi un bunker predisponendo una protezione adatta contro ogni forma di radiazione. Il secondo passo è rivolto alla reperibilità dei generi alimentari necessari per la sopravvivenza.

Quali medicinali procurarsi nell’ipotesi di un conflitto nucleare? Delle pillole contenente lo ioduro di potassio necessarie per combattere il veleno prodotto dalle radiazioni.

Chi vincerà la Terza Guerra Mondiale? Difficile rispondere a questa domanda, forse non vi saranno né vinti né vincitori, poiché essa lascerà in dono solo morte e distruzione. La storia a questo punto non ci ha insegnato niente. Una guerra qualsiasi essa sia porta in grembo solo vittime innocenti lasciate a un destino ignobile e crudele.

Autore: Antonella Tortora
pubblicato il