Tfr alla badante deve essere pagato o no

Quali sono le norme previste dal contratto su erogazione o meno del Tfr alle lavoratrici: cosa c'è da sapere e chiarimenti

Tfr alla badante deve essere pagato o no

Il Tfr alla badante deve essere pagato o no?

Il Tfr, Trattamento di Fine Rapporto, deve essere pagato alla badante regolarmente assunta. Il Ccnl badanti prevede, infatti, come ogni altro contratto nazionale di lavoro il versamento del Tfr che per le badanti, stando a quanto previsto della norme in vigore, matura per ogni giorno di lavoro prestato e retribuito, quindi anche per i giorni di assenza per ferie, malattia e infortunio, maternità e congedo matrimoniale.

Il lavoro della badante è disciplinato da relativo contratto collettivo nazionale di lavoro che stabilisce norme specifiche per livelli di inquadramento della lavoratrice e relativo stipendio, nonché su erogazioni di tredicesima mensilità, ferie e permessi, cosa succede nei casi di malattia e infortunio e anche relativamente al pagamento del Tfr. Vediamo cosa prevede il Ccnl badanti sul pagamento del Tfr.

  • Trf alla badante deve essere pagato o no
  • Pagamento Tfr bandate modalità


Trf alla badante deve essere pagato o no

Il Tfr, Trattamento di Fine Rapporto, deve essere pagato alla badante regolarmente assunta. Il Ccnl badanti prevede, infatti, come ogni altro contratto nazionale di lavoro il versamento del Tfr che per le badanti, stando a quanto previsto della norme in vigore, matura per ogni giorno di lavoro prestato e retribuito, quindi anche per i giorni di assenza per ferie, malattia e infortunio, maternità e congedo matrimoniale.

Il Tfr per le badanti non matura, invece, nel caso di aspettativa non retribuita.

Pagamento Tfr badante modalità

Per il pagamento del Tfr alla badante, il datore di lavoro ha la possibilità di versare la somma dovuta o come accade per ogni altro contratto al momento della cessazione del rapporto di lavoro o alla fine di ogni anno e per l’importo da pagare di Tfr alla badante bisogna considerare le retribuzioni totali percepite nell’anno, compreso il valore convenzionale di vitto e alloggio nel caso di badante convivente, e dividere poi il totale per 13,5.

Le quote accantonate vengono aumentato dell’1,5% all’anno, mensilmente riproporzionato, e del 75% dell’aumento del costo della vita Istat, escludendo dal calcolo la quota maturata nell’anno in corso.

Dunque, il calcolo da effettuare per sapere quanto versare di Tfr alla badante per ogni anno è il seguente:

  • retribuzione annua, composta da retribuzioni mensili e tredicesima mensilità più la quota convenzionale di vitto e alloggio, diviso 13,5;
  • applicare alla cifra ottenuta la rivalutazione annua dell’1,5% e del 75% dell’aumento del costo della vita Istat.

Il risultato è la quota di Tfr da versare. E’ possibile calcolare il Tfr da versare alla badante accedendo direttamente al sito Inps tramite apposito servizio e il suo pagamento deve avvenire, esattamente come per stipendio mensile e tredicesima mensilità, direttamente sul conto corrente della badante fornito in sede di stipulazione del contratto.

Precisiamo che anche nel caso di Tfr alle badanti, si può anticipare il Trattamento di fine Rapporto prevedendo che la possibilità di anticipo su richiesta da parte della lavoratrice, solo per una volta all’anno e nella misura massima del 70% di quanto maturato fino al momento della richiesta di anticipo.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Puoi Approfondire
Ultime Notizie