Tipologie mura, cancelli, alberi, piante e siepi consentite o vietate al confine tra due case

Quali mura, cancelli, alberi, piante e siepi si possono mettere al confine tra due case: tipi, regole da seguire e cosa prevedono leggi in vigore

Tipologie mura, cancelli, alberi, piante

Quali tipologie di mura, cancelli, alberi, piante e siepi sono consentite al confine tra due case?

Per mettere mura e cancelli al confine tra due case non sono previste particolari tipologie delle stesse recinzioni consentite o vietate. In generale, si possono mettere ogni tipo di mura o cancelli si desiderino solo a condizione che rispettino l’altezza di tre metri fissata dalla legge al confine tra due case. Diversa è invece la situazione per alberi, piante o siepi: in tal caso sono, infatti, vietate tutte le tipologie di alberi, piante e siepi velenose e urticanti.

Quali tipologie di mura, cancelli, alberi, piante e siepi sono consentite al confine tra due case? Avere villette singole indipendenti ma confinanti altre case, pur non presupponendo le regole stabilite in un condominio da seguire per il quieto vivere, prevedono comunque norme da rispettare per evitare problemi tra vicini.

Si tratta delle cosiddette regole di buon vicinato e che comprendono anche quelle relative a piantare alberi, siepi e piante così come a installare cancelli o costruire mura. Vediamo allora quali tra queste tipologie di recinzioni si possono mettere e come.

  • Alberi, siepi e piante che si possono mettere al confine tra due case
  • Mura e cancelli consentiti e vietati tra due case al confine

Alberi, siepi e piante che si possono mettere al confine tra due case

Piantare alberi, siepi e piante al confine tra due case prevede leggi specifiche da rispettare a partire dalle tipologie di alberi, piante e siepi consentite e vietate tra due case al confine. E’, infatti, possibile per legge piantare tra due case al confine alberi, siepi e piante delle seguenti tipologie:

  • alloro, salvia; 
  • viti;
  • siepi di robinie;
  • alberi di alto e non di alto fusto;
  • oleandro;
  • cedri;
  • siepe di pitosforo, che tra la primavera e l’estate produce piccoli fiori bianchi dal profumo delicato;
  • Lauroceraso, arbusto di altezza media;
  • siepi di Leylandii, pianta usata generalmente per realizzare divisori verdi;
  • viburno, con foglie e fiori sempreverdi dai bei colori e buon profumi;
  • betulle;
  • platani;
  • olmi;
  • pini;
  • frassini;
  • aceri;
  • ippocastani.

Per mettere alberi, siepi e piante tra due case è necessario e fondamentale poi rispettare le distanze stabilite dal Codice Civile che sono, nel dettaglio, di:

  • tre metri per gli alberi di alto fusto, e per il rispetto delle distanze si considerano alberi di alto fusto quelli il cui fusto, semplice o diviso in rami, sorge ad altezza notevole, come sono i noci, i castagni, le querce, i pini, i cipressi, gli olmi, i pioppi, i platani e simili; 
  • due metri per le siepi di robinie;
  • un metro e mezzo per gli alberi di non alto fusto, cioè di altezza non superiore a tre metri;
  • mezzo metro per le viti, gli arbusti, le siepi vive, le piante da frutto di altezza non maggiore di due metri e mezzo;
  • un metro per siepi di ontano, di castagno o di altre piante simili che si recidono periodicamente vicino al ceppo.

E’, invece, vietato piantare al confine tra due case vicine tipologie di alberi che a causa delle grandi radici potrebbero creare problemi al giardino del vicino, ci sono querce, bagolari e pioppi, nonché piante e siepi che possono essere velenose o urticanti.

Mura e cancelli consentiti e vietati tra due case al confine

Passando alla tipologia di muro che si può mettere al confine tra due case, può essere di ogni genere, in legno, in muratura, con mattoncini, ecc, anche con luci, a condizione che il muro sia di altezza di tre metri.

Passando, infine, alle tipologie di cancelli che si possono mettere in casa propria, esistono, in particolare, due tipologie più diffuse di cancelli che sono:

  • cancelli a battente, dotati di due ante che si aprono verso l'interno o verso l'esterno;
  • cancelli scorrevoli, dotati di un binario che consente lo scorrimento del cancello stesso lungo il perimetro della recinzione

Si tratta di tipologie di cancelli che di solito sono all'ingresso di ogni casa e non al confine, mentre per quanto riguarda le tipologie di cancelli che si possono mettere tra due case al confine, si possono scegliere di ogni tipologia e in diversi materiali come ferro battuto, in metallo, in legno ecc, sempre a condizione che rispettino le altezze previste dalla legge, che sono di tre metri, come per ogni recinzione tra due case al confine.

E se i cancelli hanno un’altezza entro i 3 metri non devono necessariamente rispettare i 3 metri fissati per le distanze dal confine. Il proprietario di una casa non può, dunque, chiedere che il cancello del vicino, al confine, a meno di tre metri dalla sua proprietà venga rimosso, se ha un’altezza entro i 3 metri.  
 





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il