Trasformare vasca da bagno in doccia in modo fai te economico con nuovi sistemi 2022

Trasformare una vasca da bagno in doccia presenta numerosi vantaggi e si può fare in modo semplice e spendendo pochi soldi. Tutte le varie soluzioni aggiornate 2022

Trasformare vasca da bagno in doccia in

Ci sono molte ragioni per voler trasformare la vasca da bagno in una doccia. Tuttavia, al momento della decisione, devono essere presi in considerazione diversi fattori, sia tecnici sia finanziari.

A seconda del budget, eseguire personalmente il lavoro è generalmente una garanzia di risparmio, ma può avere conseguenze sulla qualità dell'esecuzione e quindi generare problemi. Occorre poi sapere che questa trasformazione può essere fatta solo a determinate condizioni. Approfondiamo in questo articolo:

  • Vasca da bagno in doccia, come trasformarla

  • Come scegliere la cabina doccia più adatta

Vasca da bagno in doccia, come trasformarla

La prima domanda da porsi è perché sostituire la vasca da bagno con una doccia? Prima di tutto può essere una scelta del cuore: necessità di cambiamento per un bagno moderno, voglia di ottimizzare lo spazio nel tuo piccolo bagno. A volte, è una decisione più ragionata: pianificare i giorni lontani di anzianità o portare il bagno all'altezza degli standard di accessibilità.

Prima di considerare la realizzazione di una doccia è necessario anticipare la rimozione della vasca esistente. Per far fronte a brutte sorprese, il suggerimento è di fare una diagnosi da un idraulico professionista. Avrà il compito di determinare il posizionamento delle tubazioni di mandata ed evacuazione o anche di eventuali condotti elettrici che talvolta vengono installati alla rinfusa sotto la vasca e poi nascosti dal piazzale.

L'altro punto di vigilanza riguarda anche detto grembiule, che può essere qualcosa di più di un semplice tramezzo che fa da decorazione per la vasca da bagno. A seconda del suo design, può essere realizzato in cemento o addirittura ancorato al muro con rottami metallici. La caduta di un tale grembiule potrebbe quindi causare danni significativi al muro sia nel vicino adiacente sia nella camera da letto adiacente al bagno. Nel migliore dei casi, sarebbero necessarie solo poche modifiche, ma i costi sostenuti potrebbero essere elevati.

Come scegliere la cabina doccia più adatta

Che sia per la propria comodità o per migliorare l'autonomia di una persona a mobilità ridotta, scegliere una cabina doccia, magari all'interno di un progetto di rifacimento del bagno, ha molti vantaggi: ampie aperture, soglia d'ingresso bassa, piatto doccia extra piatto e pareti antiscivolo, resistenti e impermeabili. Indipendentemente dalle dimensioni, dalla forma o dal livello di usura del tuo bagno, è sempre possibile sostituire una vasca da bagno con una doccia in un solo giorno.

In effetti, i vassoi possono essere progettati su misura per adattarsi allo stesso spazio della tua vecchia vasca da bagno. Tuttavia, ciò richiederà l'intervento di un professionista in modo che l'installazione sia eseguita secondo gli standard.

Perché scegliere un kit doccia per sostituire la vasca da bagno? Semplicemente perché è di gran lunga la soluzione migliore ed economica. Ad esempio, se la vecchia vasca è inclinata, il compito sarà semplicemente rimuoverla e sostituirla con una cabina doccia. Con le dimensioni della vecchia vasca da bagno c'è spazio a sufficienza per integrare la nuova attrezzatura.

Poiché i tubi dell'acqua e di scarico sono già installati, le modifiche da apportare saranno minori per un professionista. Questo farà risparmiare tempo e denaro sui costi dell'impianto idraulico. I kit doccia sono progettati per adattarsi bene agli angoli come lungo una parete o in una nicchia. Sono generalmente realizzati in acrilico o fibra di vetro e comprendono pareti prefabbricate, pavimento antiscivolo con bordure e foro di scarico e una porta in vetro a battente.

A seconda delle condizioni del pavimento e delle scelte fatte riguardo al piatto doccia, potrebbe essere necessario livellarlo o sigillarlo. Allo stesso modo, a seconda del posizionamento dell'impianto idraulico esistente, una modifica, in particolare dell'evacuazione, è fondamentale e richiede un intervento a terra.

A seconda che si vogliano incassare o meno i rubinetti, il muro deve essere scavato, avendo cura di rispettare l'interasse tra i tubi e i lati buoni per l'acqua calda e fredda.





Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il