Tutte le agevolazioni e bonus per coronavirus possibili. Elenco aggiornato

Quali sono i bonus previsti dal governo Conte per famiglie e lavoratori per fronteggiare l’emergenza coronavirus da bonus baby sitter a bonus affitto negozi

Tutte le agevolazioni e bonus per corona

Cosa prevede l’elenco aggiornato di agevolazioni e bonus per coronavirus?

L’elenco aggiornato di agevolazioni e bonus decisi dal governo per l’emergenza coronavirus sono diversi, tra bonus baby sitter, bonus 600 euro per lavoratori autonomi, bonus affitto negozi, ma anche agevolazioni per pagamenti auto.

Quali sono le agevolazioni e i bonus previsti per famiglie, lavoratori e imprese in questo momento di emergenza dovuto alla diffusione del coronavirus? Il Decreto Cura Italia ha previsto diverse misure per sostenere differenti categorie di persone in un periodo decisamente complesso della nostra storia. Vediamo l’elenco aggiornato agevolazioni e bonus possibili da chiedere in questo periodo di emergenza da coronavirus.

  • Bonus baby sitter e congedo parentale esteso per emergenza coronavirus
  • Bonus 600 euro lavoratori autonomi e Partite Iva
  • Bonus affitto negozi
  • Agevolazioni pagamenti rette asili nido
  • Agevolazioni tasse universitarie
  • Agevolazioni pagamenti auto
  • Agevolazioni e bonus per bollette luce e gas

Bonus baby sitter e congedo parentale esteso per emergenza coronavirus

Il bonus baby sitter 2020 per emergenza coronavirus è stato approvato dal governo, come l’estensione del congedo parentale fino a 15 giorni con retribuzione al 50% dello stipendio, per aiutare le famiglie con figli costretti a stare a casa in questo periodo di emergenza a causa della chiusura di tutte le scuole.

Il voucher baby sitter ha un valore di 600 euro che diventano mille per medici, infermieri, altri operatori sanitari, tecnici di laboratorio, ecc, membri delle Forze dell’Ordine. La condizione per poter richiedere il bonus baby sitter per emergenza coronavirus è avere la baby sitter assunta con regolare contratto. Inoltre, uno dei due genitori deve continuare a lavorare in questo momento di chiusura e sospensione di quasi tutte le attività.

Il bonus baby sitter 2020 Inps per coronavirus vale per genitori di figli (anche adottivi o in affido) di età inferiore a 12 anni alla data del 5 marzo 2020 e per genitori di figli con disabilità iscritti a scuole di ogni ordine grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale e in tal caso non sono previsti limiti di età.

La domanda per avere il bonus baby sitter 2020 Inps per coronavirus si può presentare dalla prima settimana di aprile direttamente sul sito online Inps o anche rivolgendosi a Caf e patronati.

Bonus 600 euro lavoratori autonomi e Partite Iva

Per l'emergenza coronavirus il governo Conte ha dato il via ad un bonus da 600 euro per lavoratori autonomi e liberi professionisti titolari di Partita Iva purchè iscritti alla Gestione Separata Inps o altra gestione Inps e non vale, dunque, per lavoratori liberi professionisti iscritti a Casse previdenziali professionali.

Il bonus da 600 euro per il mese di marzo 2020 spetta a diverse categorie di lavoratori autonomi e con partita Iva che sono:

  • liberi professionisti con partite Iva attive alla data del 23 febbraio 2020 iscritti alla gestione separata dell’Inps;
  • lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago (assicurazione generale obbligatoria), in particolare artigiani, commercianti, agricoltori;
  • lavoratori Co.co.co. (collaborazioni coordinate e continuative) iscritti alla Gestione Separata Inps con contratto attivo al 23 febbraio 2020;
  • lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato il rapporto di lavoro dal primo gennaio 2019 al 17 marzo 2020;
  • lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni dello spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri nel 2019 e un reddito inferiore ai 50mila euro;
  • operai agricoli che abbiano svolto almeno 50 giornate di lavoro agricolo dipendente nell’anno.

La domanda per avere il bonus da 600 euro per il mese di marzo 2020 deve essere presentata direttamente online sul sito Inps.

Bonus affitto negozi

Tra i bonus previsti dal decreto Cura Italia anche quello per l’affitto dei negozi. In particolare, il governo ha previsto un nuovo credito di imposta pari al 60% da usare in compensazione al momento del pagamento dell’F24.

Il credito di imposta al 60% per affitto negozi vale solo per immobili rientranti nella categoria C-1, cioè negozi e botteghe d per tutti i soggetti, piccoli imprenditori e non, che hanno dovuto sospendere le loro attività a causa del coronavirus ma che comunque devono pagare il dovuto canone di affitto mensile dell’immobile.

Per avere il credito di imposta al 60% bisogna inserire nel modello F24, nella sezione Erario alla colonna ‘importi a credito compensati’, il codice tributo 6914 (Credito d’imposta canoni di locazione botteghe e negozi) e l’importo canone di locazione pagato nel mese di marzo 2020.

Agevolazioni pagamenti rette asili nido

I pagamenti delle rette degli asili nido (comunali e cooperativi) sono sospesi per il periodo di chiusura delle attività didattiche per il mese di marzo 2020 ed eventuali prossimi mesi di proroga della chiusura di tutte le scuole.

Agevolazioni pagamento tasse universitarie

Non è prevista alcuna agevolazione per il pagamento delle tasse universitarie, né sono previsti sconti per gli affitti di studenti fuori sede. Precisiamo, però, che alcune università in piena autonomia hanno deciso di prorogare il pagamento delle dovute tasse.

Agevolazioni pagamenti auto

Sono previste agevolazioni a causa dell'emergenza coronavirus anche per gli automobilisti: innanzitutto per tutti i veicoli con revisione in scadenza entro la fine di luglio, è stata disposta una proroga della stessa al prossimo mese di ottobre 2020.

Alcune regioni hanno anche disposto proroghe dei pagamenti relativi al bollo auto, per esempio, in Lombardia le scadenze di fine aprile del bollo auto sono prorogate a giugno. I ogni caso, per le decisioni sul pagamento del bollo auto tocca eventualmente alle singole Regioni decidere.

Nessun bonus nè agevolazione è invece prevista per il pagamento delle assicurazioni auto. L'Rc auto deve essere pagata per la somma ed entro i termini previsti. Tuttavia, anche in tal caso, le singole compagnie assicurative hanno previsto sospensioni per le polizze di vetture che non vengono usate in questo momento di chiusura di tutto.

Agevolazioni e bonus per bollette luce e gas

Non è previsto alcun bonus in questo periodo di emergenza coronavirus per quanto riguarda i pagamenti delle bollette di luce e gas. L'unica agevolazione prevista ma dai singolo fornitori è il blocco delle sospensioni di fornitura per clienti morosi.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie