Aiuti e agevolazioni per disabili aggiornate accanto al bonus figli disabili 2022 da 500 euro

Insieme al bonus da 500 euro aggiornato e rinnovato ci sono almeno 8 altri aiuti e agevolazioni riviste e disponibili per chi ha disabilità

Aiuti e agevolazioni per disabili aggior

Quali sono tutti gli aiuti e agevolazioni per disabili aggiornate accanto al bonus figli disabili 2022?

Sono diversi gli aiuti e le agevolazioni aggiornate attualmente disponibili per disabili accanto al nuovo bonus figli disabili 2022 del valore di 500 euro e sono, in particolare, agevolazioni fiscali per spese generiche e specifiche, bonus elettrico, agevolazioni per spese per interventi di eliminazione delle barriere architettoniche, agevolazione Iva al 4% per acquisto auto per disabili, Disability Card e bonus tiroide.
 

Quali sono tutti gli aiuti e agevolazioni per disabili aggiornate accanto al bonus figli disabili 2022? L’attenzione sul mondo dei disabili cresce e crescono contemporaneamente aiuti e agevolazioni per sostenere queste particolari categorie di persone sempre tanto bisognose di supporti e nuove garanzie. Sono quest’anno diversi gli aiuti previsti, a partire dal nuovo bonus figli disabili del valore di 500 euro. Vediamo quali sono.

  • Bonus figli disabili 2022 cosa permette di avere
  • Agevolazioni fiscali per bonus disabili 2022 
  • Bonus elettrico disabili regole 2022 in vigore
  • Agevolazioni spese per eliminazione barriere architettoniche 2022
  • Agevolazione Iva per acquisto auto con bonus disabili 2022
  • Disability Card 2022 per disabili come funziona e per chi 
  • A chi spetta Bonus tiroide per disabili 2022 e percentuali necessarie


Bonus figli disabili 2022 cosa permette di avere

Il bonus figli disabili 2022 è un contributo che viene riconosciuto a genitori disoccupati o monoreddito, facenti parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico con una disabilità non inferiore al 60% e che può avere un importo massimo di 500 euro netti al mese, valido fino al 2023. 

Il bonus figli disabili può essere richiesto da tutti i genitori che soddisfino i seguenti requisiti:

  • essere disoccupati o monoreddito, percettori di reddito da lavoro dipendente entro gli 8145 euro o i 4.800 euro in caso di lavoro autonomo;
  • fare parte di un nucleo familiare monoparentale, con ISEE non superiore a 3.000 euro (Isee minorenni in presenza di figli minori);
  • avere un figlio con disabilità accertata non inferiore al 60%, mentre per i figli maggiorenni il bonus spetta fino a 24 anni se hanno reddito entro i 4000 euro e oltre i 24 anni se hanno reddito entro i 2850 euro annui.

Il bonus figli disabili 2022 ha un importo di 150 euro mensili per ogni figlio disabile, fino a un massimo di 500 euro per genitore, è cumulabile con il reddito di cittadinanza e non concorre alla formazione del reddito.
 

Stando a quanto stabilito dalle leggi attuali, il diritto a percepire il bonus figli disabili 2022 decade nei seguenti casi:

  • decesso del figlio;
  • perdita della potestà genitoriale;
  • affidamento del figlio a terzi o ricovero presso una struttura residenziale di cura a carico dello Stato.

Agevolazioni fiscali per bonus disabili 2022

Tra le agevolazioni previste nel 2022 dai bonus disabili anche la possibilità di dedurre dal reddito una serie di spese del disabile come le spese mediche generiche, per esempio, acquisto di farmaci e medicinali, o prestazioni rese da un medico generico, ecc, e spese di assistenza specifica.

Rientrano tra le spese di assistenza specifica per i disabili quelle da sostenere per:

  • assistenza infermieristica e riabilitativa;
  • prestazioni fornite dal personale in possesso della qualifica professionale di addetto all'assistenza di base o di operatore tecnico assistenziale (se dedicate esclusivamente all'assistenza diretta della persona),
  • prestazioni rese dal personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo, da quello con la qualifica di educatore professionale, dal personale qualificato addetto all'attività di animazione e di terapia occupazionale.

Bonus elettrico disabili regole 2022 in vigore

Spetta tra i bonus disabili 2022 anche il bonus elettrico per il Disagio Fisico, sconto annuale in bolletta elettrica di importo differente spettante a chi è affetto da una grave malattia o da coloro che ospitano un soggetto con grave malattia per cui è necessario l’uso costante di apparecchiature elettromedicali.

La domanda per usufruire del Bonus elettrico per disagio fisico deve essere presentata al Comune di residenza del titolare del contratto della fornitura elettrica, allegando apposita documentazione che comprende:

  • certificato rilasciato dalla Asl che attesta la situazione di grave condizione di salute, per cui è necessario l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il supporto vitale, il tipo di apparecchiatura usata e tempo di impiego quotidiano e indirizzo dove l’apparecchiatura è installata;
  • documento d’identità sia del richiedente sia del malato, se diverso dal richiedente;
  • codice fiscale sia del richiedente sia del malato, se diverso dal richiedente;
  • eventuale delega, se la domanda viene presentata da un delegato e non dall’intestatario della fornitura;
  • dati relativi al contratto di fornitura, e cioè codice POD e potenza impegnata (kWh) o disponibile della fornitura.

Agevolazioni spese per eliminazione barriere architettoniche 2022

E’ possibile usufruire del superbonus al 110% per le spese sostenute dal primo gennaio 2021 per gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche, effettuati per favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione alle persone portatrici di handicap in situazione di gravità.

Per poter usufruire del superbonus per l’eliminazione delle barriere architettoniche è necessario che i lavori in tal senso vengano effettuati contestualmente a interventi di isolamento termico delle superfici opache o di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti

Agevolazione Iva per acquisto auto con bonus disabili 2022

Chi ha una disabilità accertata può usufruire, tra le diverse agevolazioni disponibili nel 2022 per tali categorie di persone, della possibilità di pagare l'Iva al 4%, invece che al 22%, sull'acquisto di autovetture nuove o usate, con cilindrata fino a:

  • 2.000 centimetri cubici, se con motore a benzina o ibrido;
  • 2.800 centimetri cubici, se con motore diesel o ibrido;
  • di potenza non superiore a 150 kW se con motore elettrico.

L'Iva ridotta al 4% vale anche per l'acquisto contestuale di optional, per prestazioni di adattamento di veicoli non adattati, già posseduti dal disabile e per cessioni di strumenti e accessori utilizzati per l'adattamento, nonché per la riparazione degli adattamenti realizzati sulle auto di soggetti con disabilità.

Può usufruire dell’Iva agevolata al 4% o il disabile che effettua direttamente l’acquisto o il familiare di cui è fiscalmente a carico il disabile.

Disability Card 2022 per disabili come funziona e per chi 

Accanto al bonus figli disabili 2022, quest’anno è anche disponibili per i soggetti con riconosciuta disabilità anche la Disability Card 2022, carta specifica che permette alle persone con disabilità di usufruire di una serie di benefici su servizi, trasporti e convenzioni e ottenere tariffe agevolate o ingressi gratuiti presso i musei presenti su tutto il territorio nazionale per garantire agli stessi soggetti disabili piene possibilità di accesso alla vita culturale e sociale europea, perché la Disability Card vale in Italia ma anche in tanti altri Paesi europei.

La card riporta tutte le informazioni relative alla disabilità del titolare, verificabili attraverso il QR-Code presente sulla stessa, e possono essere lette esclusivamente utilizzando un’ulteriore chiave cifrata inviata per sms al titolare.

Possono avere la disability card le seguenti categorie di soggetti:

  • invalidi civili maggiorenni con invalidità certificata maggiore del 67%;
  • invalidi civili minorenni;
  • cittadini con indennità di accompagnamento;
  • cittadini con Legge 104/1992;
  • invalidi e inabili ai sensi della Legge 222/1984;
  • ciechi civili;
  • sordi civili;
  • invalidi sul lavoro con invalidità certificata maggiore del 35%;
  • invalidi sul lavoro o con diritto all’assegno per l’assistenza personale e continuativa o con menomazioni dell’integrità psicofisica;
  • inabili alle mansioni e cittadini titolari di trattamenti di privilegio ordinari e di guerra.

Per ottenere la Disability Card bisogna accedere al sito Inps tramite le proprie credenziali Spid, Cie o Cns, caricare una fotografia in formato fototessera e seguire l’apposita procedura prevista. Una volta terminata la procedura, la Disability Card verrà spedita a casa.

A chi spetta Bonus tiroide per disabili 2022 e percentuali necessarie

I disabili possono usufruire del bonus tiroide, assegno di invalidità civile riconosciuto dall’Inps, a chi soffre dei quattro disturbi della tiroide:

  • carcinomi tiroidei;
  • gozzo;
  • ipotiroidismo;
  • ipertiroidismo.

Per ottenere l’indennità, bisogna sostenere e superare una visita dalla Commissione medica dell’Inps per ottenere il certificato medico che attesti una delle patologie legate alla tiroide. L’unico requisito da soddisfare per avere il bonus tiroide è il riconoscimento di una percentuale di invalidità superiore al 74%, con certificazione che attesti uno dei quattro disturbi della tiroide.

L'importo del contributo previsto per il 2022 parte da un minimo di 291,60 euro per soggetti con invalidità dal 74% al 99%, fino ad arrivare a 550 euro per chi ha una invalidità riconosciuta al 100% o non è autosufficiente. 





Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il