Un box si può usare come laboratorio in condominio o è vietato. Tutti i casi

Produzione di rumori e fumi pericolosi, divieto dal regolamento di condominio: come e quando si può e non usare un box in condominio come laboratorio

Un box si può usare come laboratorio in

Un box in condominio si può usare come laboratorio o è vietato?

Un box in condominio quando viene accatastato come tale e destinato a rimessa dei veicoli non si può di solito usare, come previsto dalle leggi attuali, come laboratorio. E’, infatti, vietato usare il box in condominio come laboratorio per qualunque attività che vi si svolga all'interno, in tutti i casi in cui si producano rumori o fumi che non sono propri dell'uso di un box in condominio. E non si può usare un box in condominio come laboratorio anche quando è esplicitamente vietato dal regolamento di condominio contrattuale.
 

Ogni immobile viene classificato in una particolare categoria catastale in base alla sua destinazione, motivo per il quale, come stabilito dalla norme in vigore nel nostro Paese, se un immobile è accatastato a uso abitativo non può essere usato come ufficio o locale commerciale. 

Lo stesso discorso vale per i box condominiali, che solitamente sono box auto, destinati cioè al parcheggio di auto o altri mezzi o al deposito di determinati oggetti. La domanda che ci si pone è se un box in condominio si può usare come laboratorio.

  • Si può usare box in condominio come laboratorio o è vietato
  • Tutti i casi in cui un box in condominio si può usare come laboratorio

Si può usare box in condominio come laboratorio o è vietato

Un box in condominio, che generalmente è rappresentato da un’unità immobiliare delimitata da strutture di resistenza al fuoco, di solito 40 mq al massimo, che coincidono con le mura che ne delimitano il volume e che definiscono lo spazio di proprietà, quando viene accatastato come tale e destinato a rimessa dei veicoli non si può di solito usare come laboratorio, come previsto dalle leggi attuali.

E’, infatti, vietato usare il box in condominio come laboratorio per qualunque attività che vi si svolga all'interno, in tutti i casi in cui si producano rumori o fumi che non sono propri dell'uso di un box in condominio. 

Vietato usare un box in condominio come laboratorio anche se esplicitamente vietato dal regolamento di condominio contrattuale: se, infatti, il regolamento contrattuale sottoscritto da tutti i proprietari all’atto dell’acquisto prevede che i box in condominio siano usati solo per parcheggio e rimessa di auto e non permette altro uso dei box, allora il box in condominio non si può mai usare come laboratorio.

Se il regolamento contrattuale non prevede nulla sul divieto di usare il box in condominio come laboratorio o per altre attività, significa che ogni proprietario di box può farci l’uso che vuole e meglio crede nel rispetto delle regole e delle leggi, per cui se il box in condominio vuole essere usato, per esempio, come laboratorio per aggiustare biciclette o ciclomotori, si può fare, ma se il laboratorio da allestire in box di condominio deve servire per lavorare con sostanze tossiche o comunque pericolose, che potrebbero mettere a rischio condomino proprietario e altri condomini, allora è vietato usare il box in condominio come laboratorio.

Tutti i casi in cui un box in condominio si può usare come laboratorio

Sono pochi i casi che permettono di usare un box in condominio come laboratorio: se il box si trova in un condominio il cui regolamento contrattuale ne è assolutamente vietato tale uso, per usare il box auto come laboratorio o per altre attività è prima necessario modificare la norma del regolamento che vieta ulteriori impieghi del box stesso. 

Per modificare in maniera corretta e legittima il regolamento contrattuale, bisogna presentare apposita richiesta a tutti i condomini e che la stessa sia approvata all’unanimità da tutti i proprietari di unità immobiliari che si trovano all’interno dell’edificio condominiale.


 

Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il