Unico 2020 scadenza presentazione e versamenti dopo proroga coronavirus. Entro quando va fatto e pagato

Presentazione del modello Unico 2020 per la dichiarazione dei redditi entro il 30 novembre: quando effettuare versamenti delle imposte

Unico 2020 scadenza presentazione e vers

Qual è la data di scadenza entro cui presentare il modello Unico 2020 per la dichiarazione dei redditi?

La scadenza per la presentazione del modello Unico 2020 per la dichiarazione dei redditi è fissata al 30 novembre, data che non ha subito proroghe a causa dell’emergenza coronavirus perché già stabilita a fine novembre prima dello scoppio dell’epidemia.

Tempo di dichiarazione dei redditi e relativi versamenti di imposta: l’emergenza coronavirus ha modificato il calendario delle scadenze fiscali 2020 e alcune novità riguardano anche i pagamenti delle imposte derivati dalla dichiarazione dei redditi 2020 con modello Unico. Vediamo quali sono le date in calendario per presentazione e scadenza di versamenti per chi presenta il modello Unico 2020.

  • Unico 2020 scadenza presentazione dopo proroga coronavirus
  • Unico 2020 quando pagare versamenti dopo proroga coronavirus


Unico 2020 scadenza presentazione dopo proroga coronavirus

Il modello Unico di Dichiarazione Redditi Persone fisiche 2020 deve essere presentato, in via telematica, entro il 30 novembre dell'anno successivo a quello di chiusura del periodo di imposta. Quasi tutti i contribuenti sono obbligati a presentare il modello Unico 2020 esclusivamente per via telematica. Sono esclusi da questo obbligo i contribuenti che:

  • devono presentare la dichiarazione dei redditi per contribuenti deceduti;
  • pur avendo redditi che si possono dichiarare con modello 730, non possono presentarlo
  • pur potendo presentare il 730, devono dichiarare alcuni redditi o comunicare dati utilizzando i relativi quadri del modello Redditi (RM, RT, RW).

Devono presentare il modello Unico 2020 per la dichiarazione dei redditi le seguenti categorie di contribuenti:

  • coloro che percepiscono redditi da lavoro autonomo e sono titolari di partita Iva;
  • coloro che presentano modello 770;
  • coloro che percepiscono redditi da lavoro autonomo, come i soci di cooperative artigiane;
  • coloro che percepiscono redditi provenienti da trust come beneficiari;
  • coloro che percepiscono redditi di impresa anche in forma di partecipazione;
  • coloro che percepiscono redditi derivanti da produzione di agro-energie oltre i limiti stabiliti;
  • coloro che presentano dichiarazioni Iva e Irap;
  • coloro che sono contribuenti non residenti in Italia;
  • coloro che percepiscono plusvalenze derivanti da cessioni di partecipazioni qualificate e non.

Unico 2020 quando pagare versamenti dopo proroga coronavirus

Per i versamenti delle imposte derivanti dalla presentazione del modello Unico per la dichiarazione dei redditi 2020 la scadenza era stabilita del 30 giugno, rinviata al 20 luglio per i titolari di partita Iva soggetti agli ISA (indici sintetici di affidabilità fiscale, che hanno sostituito gli studi di settore), compresi i forfettari.

Ciò significa che è possibile effettuare i versamenti a partire dal 30 luglio calcolandovi una maggiorazione dello 0,40%. E’, inoltre, possibile rateizzare il saldo di imposta in un massimo di sei rate da pagare entro il mese di novembre, mentre non è possibile rateizzare la scadenza di versamento fissata al 30 novembre di acconto delle imposte e dei contributi.

Per riassumere, dunque, le date entro cui effettuare i versamenti relativi al modello Unico 2020 sono:

  • 30 giugno 2020 prorogata al 20 luglio 2020 per soggetti ISA e forfettari senza alcuna maggiorazione;
  • 21 luglio prorogata al 20 agosto 2020, con maggiorazione delle somme da versare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie