Unire due appartamenti in condominio quando permesso o vietato

Quando possibile unire due appartamenti in condominio e quando vietato: autorizzazioni e permessi necessari

Unire due appartamenti in condominio qua

Unire due appartamenti in condominio permesso o vietato?

Unire due appartamenti in condominio nella quasi totalità dei casi, e alcune volte previa anche richiesta di autorizzazione all’assemblea condominiale, è permesso e l’unico caso in cui è vietato è se l’edificio del condominio è sottoposto a vincoli ambientali o architettonici.

Può capitare di avere l’occasione di poter acquistare l’appartamento confinante al nostro in condominio o quello immediatamente sottostante e di volerli unire per avere un appartamento più grande o di ricevere un appartamento adiacente al nostro in eredità e volerne fare uno. Un bel progetto e una bella opportunità, ma vediamo quando unire due appartamenti in condominio è permesso o è vietato.

  • Unire due appartamenti in condominio quando è permesso o è vietato
  • Unire due appartamenti in condominio come fare


Unire due appartamenti in condominio quando è permesso o è vietato

Unire due appartamenti in condominio è permesso nella quasi totalità dei casi. L’unico caso in cui è vietato unire due appartamenti in condominio è se a seguito di controlli in Comune emerge che l’edificio del condominio è sottoposto a vincoli ambientali o architettonici. In tal caso è vietato realizzare il progetto di unione dei due appartamenti.

Unire due appartamenti in condominio come fare

Per unire due appartamenti in condominio bisogna compiere dei passaggi. Innanzitutto, considerando che questo tipo di lavoro rientra tra quelli di manutenzione straordinaria, bisogna chiedere al Comune il Permesso di costruire o, in base alle normative locali, presentare una dichiarazione di inizio attività (Dia) o una segnalazione di inizio attività (Scia).

Si tratta di pratiche per cui bisogna rivolgersi a un professionista abilitato. Inoltre, se i lavori provocano modifiche alla facciata dell’edificio condominiale o sono visibili all’esterno, bisogna anche chiedere l’autorizzazione per unire due appartamenti in un condominio all’assemblea condominiale.

Una volta terminati i lavori di unione di due appartamenti in condominio, bisogna presentare la pratica di variazione catastale, con cui si modificano i parametri dell’immobile e la rendita da riconoscere allo Stato, considerando che la nuova unità certamente ha una rendita catastale maggiore della somma delle due preesistenti visto che la superficie complessiva incide sulla classificazione delle abitazioni.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie