Usucapione terreni agricoli come funziona, leggi e norme in vigore 2020

Come funziona e cosa prevede l’usucapione dei terreni agricoli: le norme in vigore 2020 e chi e quando può presentarne richiesta

Usucapione terreni agricoli come funziona, leggi e norme in vigore 2020

Come funziona l’usucapione dei terreni agricoli?

L’usucapione permette di acquisire un bene immobile, come appunto un terreno agricolo, ad una persona che ha usufruito di una proprietà non sua per almeno 20 anni, durante i quali il vero proprietario del bene non se ne è occupato. Per i terreni agricoli, la cui richiesta di usucapione deve essere presentata al relativo tribunale di competenza, si può scendere anche a 15 in alcuni casi.

Come funziona l’usucapione dei terreni agricoli? L’usucapione è un meccanismo che permette di acquisire un bene immobile, come appunto un terreno agricolo, ad una persona che ha usufruito di una proprietà non sua per almeno 20 anni, durante i quali il vero proprietario del bene non se ne è occupato.

Stando, infatti, a quanto previsto dalla legge, pur essendo un bene immobile di proprietà tale fino a quando non viene venduto o ceduto, se per 20 consecutivi il proprietario del bene stesso non se ne occupa, mantenendolo in condizioni ottimali, ma se ne occupa una terza persona, questa stessa ne diventa proprietaria a tutti gli effetti. Vediamo quali sono le norme in vigore 2020 relative all’usucapione dei terreni agricoli.

  • Usucapione terreni agricoli come funziona
  • Usucapione terreni agricoli come funziona leggi 2020

Usucapione terreni agricoli come funziona

L’usucapione dei beni immobili prevede, come a inizio pezzo accennato, che se per 20 anni consecutivi il proprietario di un bene non si sia mai occupato dello stesso, cosa invece fatta da una terza persona, quest’ultima può acquisire il bene immobile. E’ bene sapere che per essere oggetto di usucapione, il terreno agricolo deve essere iscritto nel catasto rustico, vale dire deve avere come destinazione d’uso l’attività agraria.

L’usucapione vale anche per i terreni agricoli, ma ai 20 consecutivi in cui il proprietario non si occupa del suo terreno bisogna aggiungere ulteriori condizioni. Stando, infatti, a quanto previsto dalle norme in vigore 2020, per avere l’usucapione dei terreni agricoli il proprietario dello stesso terreno non solo non deve occuparsi del terreno per 20 anni consecutivi ma per determinati terreni non deve rivendicare nè manifestare nulla sul terreno agricolo in oggetto per un determinato periodo di tempo  che, secondo il Codice Civile, è quindici anni.

Questo periodo di tempo vale per:

  • fondi rustici con annessi fabbricati situati in comuni montani;
  • fondi rustici con annessi fabbricati situati in comuni non classificati come montani, ma con un preciso reddito dominicale.

Non è possibile avere la riduzione speciale a 15 anni se il terreno non è destinato ad un’attività agricola, come la coltivazione o l’allevamento.

La richiesta di usucapione del terreno agricolo deve essere presentata al Tribunale ordinario, di competenza presentando tutta la documentazione che dimostra l’attività effettuata sul terreno, il periodo di tempo richiesto e ogni altro genere di testimonianza che supporti la richiesta di usucapione.

Usucapione terreni agricoli come funziona leggi 2020

Le leggi 2020 relativamente all’usucapione dei terreni agricoli prevedono il passaggio del bene immobile di proprietà di una persona ad un’altra se per 20 anni consecutivi il proprietario non si è occupato in alcun modo di mantenere il terreno agricolo in condizioni ottimali e a prendersene cura è stata una terza persona, insieme a tutte le altre condizioni sopra riportate.

Il passaggio del terreno agricolo ad una persona diversa dal proprietario reale per usucapione significa che tanto quanto la terza persona diventa proprietaria del terreno agricolo tanto dovrà occuparsi non solo della sua tenuta ma anche di tutti i relativi aspetti fiscali, dal pagamento di eventuali tasse dovuta, all’eventuale cambio di destinazione d’uso, ecc.

Per fare un esempio pratico di usucapione del terreno agricolo, supponiamo che l’erede di un terreno agricolo viva all’estero, e per 20 anni non torna in Italia. In questo periodo di tempo, intanto, un amico di famiglia si occupa del terreno, coltivandolo, gestendolo e modificando la sua destinazione d’uso senza consenso specifico da parte dell’erede. Se l’erede torna in Italia dopo 20 anni e rivuole il terreno ma la procedura di usucapione è stata già avviata, l’erede per acquisire nuovamente il terreno deve seguire una procedura giudiziaria.

Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il
Ultime Notizie