Visura targa: come risalire al proprietario dell'auto?

Ecco come, rintracciare il proprietario di una vettura utilizzando il numero di targa del veicolo.

Visura targa: come risalire al proprietario dell'auto?

Che cos'è la visura targa?

La visura targa viene richiesta al Pubblico Registro Automobilistico (PRA). Si tratta di un documento contenente tutte le notizie sia giuridiche che patrimoniali inerenti uno specifico veicolo. Attraverso la visura della targa si conoscono tutti i dati identificativi del proprietario del veicolo.

Hai trovato l’occasione giusta – una vettura – bellissima, comoda, spaziosa, che consumi poco, a un prezzo davvero appetibile. Prima di avviare l’acquisto di un veicolo usato, ti consigliamo, di procedere con le opportune cautele, effettuando una visura targa per evitare tutte le frodi possibili.

Visura targa: come risalire al proprietario dell'auto?

Procedere con una visura della targa del veicolo significa “tutelarsi”  in svariati casi. Ad esempio, se si stanno avviando tutte le pratiche relative all’acquisto di una vettura usata, oppure, nel caso in cui si è vittima di un'incidente stradale, e l’altro conducente sia letteralmente scappato, senza provvedere a fermarsi, per rilasciare i dati assicurativi. In questo caso, se prontamente avete preso il numero di targa, non vi resta che avviare tutte le verifiche per richiedere un risarcimento. In entrambi i casi tutto è risolvibile con un semplice controllo da fare presso l’ufficio provinciale ACI – Pubblico Registro Automobilistico (PRA) oppure avvalendosi del servizio online predisposto per le visure.

Quali dati rivela la visura targa di un veicolo? Tutte le notizie sia giuridiche che patrimoniali inerenti sia il veicolo che il proprietario, nello specifico, andrete a controllare le seguenti informazioni, quali:

  • che sul veicolo non vi gravino ipoteche;
  • che il veicolo non sia sottoposto a vincoli del tipo: fermo amministrativo, pignoramento, fallimento, sequestro;
  • che il veicolo risulti ancora iscritto al PRA, nel caso che così non fosse sappiate che non potete circolare, quindi, dovreste richiedere una nuova immatricolazione presso la Motorizzazione Civile (UMC). La reimmatricolazione è soggetta a tutti i controlli della normativa vigente sui gai inquinanti e sulla sicurezza stradale. Con l’ok della Motorizzazione e l’ottenimento delle nuove targhe, potrete avviare l’iscrizione al PRA.

Come fare la visura targa online? È necessario collegarsi alla pagina ufficiale dell’ACI, dove troverete una “vocina” apposita con l’indicazione di “visura PRA”. È un servizio offerto dall’Automobile Club d'Italia (ACI) che si occupa di gestisce il Pubblico Registro Automobilistico (PRA), e consente di accedere alla “Banca Dati PRA Online”.

Quanto vale una visura targa fatta da un cittadino? Secondo quanto riportato dall'ACI, la visura richiesta online non viene considerata come atto pubblico, quindi, non è un certificato ufficiale. Nel caso in cui, l’atto di visura debba essere prodotto in Tribunale o innanzi a qualsiasi pubblica autorità, cambia la procedura. In questo caso, il certificato di visura targa deve essere richiesto presso una sede provinciale dell’ACI.

Quanto costa una visura targa online? Il costo complessivo è di 8,83 euro, in tale importo rientrano le seguenti voci:

  • 6 euro come spesa di visura ai sensi del D.M. del 21/03/2013 del Ministero dell’Economia e delle Finanze;
  • 2,32 euro come spesa telematica;
  • resta da aggiungere l’IVA al 22%.

Come si paga la visura targa online? Le modalità di pagamento sono due, quali:

  • attraverso il nodo dei pagamenti – SPC, cioè utilizzando il circuito bancario o presso qualsiasi istituto di pagamento ecc.;
  • con carta di credito.

Autore: Antonella Tortora
pubblicato il