Alfa Romeo Stelvio 2019-2020 nuovo modello con Suv Alfa Romeo Tonale e Brennero

di Chiara Compagnucci pubblicato il

Dopo 109 anni di storia, Alfa Romeo sta lavorando seriamente sull'elettrificazione e uno dei primi segnali Ŕ il nuovo concept Tonale.

Alfa Romeo Stelvio 2019-2020 nuovo model

Alfa Romeo Stelvio 2019-2020

Il mondo della foto spie di auto rivela sempre nuovi e interessati particolari sulle auto che nascondono. E non può essere da meno Alfa Romeo Stelvio, se non altro perché si tratta di una delle vetture più attese e chiacchierate. L'impressione è di un suv che non sarà rivoluzionato rispetto al modello adesso in vendita, ma oggetto di un serie di mirati ritocchi.

E se all'esterno le modifiche allo Stelvio appaiono di minore impatto, è all'interno che vanno ricercate le principali novità con il layout del tunnel di trasmissione leggermente cambiato. Il freno di stazionamento elettrico cambia posizione e il controller di infotainment è circondato da finiture in alluminio anziché della plastica nera opaca offerta oggi.

Alfa Romeo Stelvio 2019-2020, quali novità

Anche la tecnologia di Alfa Romeo Stelvio 2019-2020 sarà sottoposta a revisione? Si va verso il mantenimento del selettore di guida per la scelte fra tre differenti modalità di guida per modificare il comportamento dinamico della vettura. Le variazioni intervengono sulla curva di coppia del motore, sui freni attraverso il dispositivo Pre-Fill, sulle logiche di cambiata, sulla risposta dell'acceleratore, sul sistema di controllo Esc e sul controllo della trazione Asr. Il risultato è di un'auto con tre stili diversi, un viaggio da interpretare a proprio piacimento.

Se queste sono le basi visibili, i tempi di lancio sul mercato sono brevi ma non brevissimi e la nuova Alfa Romeo Stelvio dovrebbe vedere la luce tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020.

Nuovi suv Alfa Romeo Tonale e Brennero

Dopo 109 anni di storia, Alfa Romeo sta lavorando seriamente sull'elettrificazione e uno dei primi segnali è il nuovo concept Tonale presentato al Salone di Ginevra 2019. Si tratta di un suv compatto ibrido plug-in, descritto dall'azienda italiana come una combinazione tra bellezza e dinamismo. Non sappiamo molto sul versate tecnico, forse perché Alfa Romeo è probabilmente ancora nella fase iniziale di sviluppo dei suoi propulsori.

In ogni caso, qualsiasi cosa al di sotto di 50 km (31 miglia) di tutta la gamma elettrica sotto la gamma WLTP sarebbe una delusione. Come fatto notare dalla casa automobilistica, un elemento che richiama la tradizione Alfa Romeo è la ruota teledial. Il design del cerchio da 21 pollici di Tonale richiama il concetto del disco telefonico attraverso una struttura architettonica leggera, che presenta una realizzazione pulita e di grande impatto del tema circolare. L'anteriore ripropone il classico Trilobo e il distintivo Scudetto Alfa Romeo.

Spunta quindi il nome Alfa Romeo Brennero associato al prossimo B-Suv del Biscione. Siamo ancora nel campo della provvisorietà, ma stando alle intenzioni, la vettura andrà ad affiancarsi ad Alfa Romeo Stelvio ed Alfa Romeo Tonale, prendendo definitivamente il posto di Alfa Romeo Mito. Rispetto agli altri suv, i tempi di lancio sul mercato non sono affatto imminenti perché - in attesa di conoscere maggiori informazioni dal punto di vista tecnico - Alfa Romeo Brennero non è attesa prima del 2022.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità: