Bollo Auto 2017: regole nuove per pagare. Quando e come. Sconti pagare di meno, esenzioni chi non paga, prescrizione 2017

Scaduto il termine di pagamento per il bollo auto: quanto si paga in più con le sanzioni


AGGIORNAMENTO Bollo Auto 2017 pagamento: Il Bollo dell'Auto per il 2017 ha subito una serie di variazioni e novità ufficiali nella Legge di Stabilità e sono cambiate diverse regole su quando e come pagare, le scadenze, le prescrizioni e chi non deve pagare. Le abbiamo viste in questo articolo Bollo Auto 2017: chi, quando e come deve pagare. E chi può non pagare con nuove regole

E’ scaduto ieri 31 gennaio il termine di pagamento del bollo auto e sono previste sanzioni per il pagamento del bollo in ritardo. Se, infatti, si paga in ritardo, oltre alla tassa si dovranno versare anche le sanzioni e gli interessi, calcolati in base all'entità del ritardo.

Chi pagherà il bollo entro 30 giorni dalla scadenza, pagherà una sanzione pari al 3% della tassa originaria, oltre gli interessi legali giornalieri calcolati sui giorni di ritardo, la cui percentuale annua è pari al 2,5%; chi paga dopo il trentesimo giorno di ritardo, ma non oltre un anno, verserà una sanzione del 3,75%, oltre gli interessi legali giornalieri calcolati sui giorni di ritardo, la cui percentuale annua è pari al 2,5%; chi, invece, pagherò in ritardo di oltre un anno sarà soggetto ad una sanzione del 30% più gli interessi dovuti per ogni semestre di ritardo calcolati automaticamente dal sistema.

Esenti dal pagamento del bollo le auto  elettriche per i primi cinque anni dall’immatricolazione e dopo godono di una riduzione del 75%, tranne per la regione Lombardia e Piemonte; le auto a gas metano o Gpl sempre nei primi 5 anni di immatricolazione; e le auto con 30 anni di età.

Il pagamento del bollo può essere effettuato presso tabaccai, poste, banche, agenzie di pratiche auto o online tramite l'Aci. Il pagamento può avvenire anche tramite il canale bancario ATM (cd. sportello Bancomat) e il canale Internet Banking (solo per i clienti) presso gli istituti bancari abilitati.