Assicurazioni, rc auto cala prezzo medio. Ma rivoluzionari cambi in arrivo

Riguardo la Rc auto sono attese novità. In generale le tariffe dovrebbero aumentare vertiginosamente in tutto il Nord con picchi fino al 40%, mentre al Sud sono attese diminuzioni anche significative.

Assicurazioni, rc auto cala prezzo medio

Novità in chiaroscuro per la Rc auto. A partire dal prossimo anno ci potrebbero essere sorprese non sempre positive


Le novità che dovrebbero presto arrivare riguardo le assicurazioni sono in chiaroscuro. Se, infatti, il prezzo medio delle tariffe della rc auto dovrebbe calare, ci saranno territori che invece assorbiranno un aumento delle tariffe. L’attesa per gli importanti cambiamenti previsti dopo l’approvazione della nuova Legge di Bilancio intanto cresce. Le nuove regole saranno presto divulgate.

Rc auto cala il prezzo medio

I dati che sono stati divulgati dall’ivass dimostrano come per quanto riguarda le Rc auto, le indiscrezioni che circolano confermerebbero il calo del prezzo medio tanto atteso dagli automobilisti. Se si prende in considerazione esclusivamente l'attività assicurativa senza calcolare quindi gli introiti derivanti da operazioni finanziarie, nel 2017 si rileva che nel 2017 le tariffe per le auto e natanti sul totale dei rami danni è scesa al 41% quando solo cinque anni prima, ovvero nel 2012 la percentuale sfiorava il cinquanta per cento attestandosi al 49,6%.

Cosa cambia con le nuove regole

Alla luce di queste informazioni vediamo più da vicino cosa bolle in pentola in vista dell’approvazione di una manovra di bilancio che quando uscirà dalla strettoia in cui si è infilata in queste ore per essere approvata dovrebbe garantire alcune novità non di poco conto per gli automobilisti. Ecco cosa cambia quando le nuove regole che il Governo Conte dovrebbe mettere in campo diventeranno legge. L'obiettivo dell’Esecutivo, dichiarato in maniera inequivocabile, è di far scendere le tariffe Rc auto nel Mezzogiorno. Ma la strategia da utilizzare per raggiungere questo obiettivo non è affatto chiara.

Le indiscrezioni dicono che queste nuove regole dovrebbero essere contenute nel cosiddetto decreto legge 'omnibus', che tra le altre cose dovrebbe stabilire tariffe uguali su tutto il territorio italiano per chi si trova in prima classe di bonus-malus. Questo significa che la variazione delle tariffe non sarebbe più legata al merito, e quindi al numero di incidenti fatto e alla condotta alla guida ma, più semplicemente, una perequazione a livello nazionale. In pratica stando alle proiezioni questi provvedimenti dovrebbero produrre un abbassamento delle tariffe al Sud e un aumento generalizzato nelle regioni settentrionali.

Questo andamento è confermato anche dal quotidiano economico “Il Sole 24 ore” che, raccogliendo i dati Ivass sul costo medio della polizza Rc auto, ha pubblicato quelli che saranno i risultati. Così ad Aosta il prezzo medio della rc auto dovrebbe subire un rincaro che può arrivare fino al 35% ad Aosta, mentre i cittadini residenti a Napoli una diminuzione del 65%. Due città che rappresentano gli antipodi da questo punto di vista e che occupano le due estremità della classifica delle città più virtuose da questo punto di vista. In generale le tariffe dovrebbero aumentare vertiginosamente in tutto il Nord Italia, con picchi fino al 40%, mentre al Sud sono attese diminuzioni anche significative.

Ultime Notizie