Auto rigata e segnata, come avere rimborso assicurazione rc auto

di Luigi Mannini pubblicato il
Auto rigata e segnata, come avere rimbor

Auto rigata in un parcheggio, cosa fare

Sbollita la collera, la prima cosa da fare è presentare denuncia contro ignoti. Dopodiché chiedere il rimborso alla compagnia di assicurazione, ma in un solo caso.

Non è solo una questione di costi perché quando si scopre che la fiancata della propria auto è stata rigata profondamente con un chiodo o qualunque oggetto appuntito, la collera è inevitabile. E al di dei modi come scoprire chi ti ha rigato la macchina, occorre sapere cosa fare in termini di assicurazione. Per quanto si tratti di un gesto antipatico se non spregevole, l'auto in sosta danneggiata da ignoti è più frequente di quanto si possa credere.

Che sia stata danneggiata nel parcheggio di un supermercato, in un parcheggio privato, nel parcheggio aziendale o semplicemente se in sosta, le compagnie di assicurazioni si comportano sempre nello stesso modo, anche in termini di rimborso. Scopriamo come.

Auto rigata in un parcheggio, cosa fare

Sbollita la collera, la prima cosa da fare è presentare denuncia contro ignoti (o contro una persona ben precisa se si hanno le prove) a una stazione dei Carabinieri o a un comando di Polizia. Norme 2019 alla mano, se l'auto si trova in un luogo pubblico, l'accusa è di reato di danneggiamento aggravato. Se invece si trova in un luogo privato, magari sorvegliato da telecamere, viene contestato il danneggiamento semplice, che non è più reato. Attenzione però alla tempistiche perché la denuncia, sia essa verbale o per iscritto, va presentata entro 3 mesi dal giorno della scoperto del fatto.

Poi bisogna farsi vivi con l'assicurazione, ben sapendo che di base la copertura Rc auto non comprende il risarcimento dei danni subiti dall'assicurato responsabile del sinistro e né di quelli causati da ignoti. Per questi casi occorre aver sottoscritto una garanzia accessoria. Ne esistono di diversi tipi come le garanzie incendio, furto, atti vandalici, tutela giudiziaria, assistenza, oggetto di costi separati rispetto alla Rc auto, anche se sottoscritte insieme.

Assicurazione auto e garanzie accessorie per atti vandalici

Se la Rc auto è obbligatoria, altre forme di assicurazione per la copertura da danni aggiuntivi sono quella polizza Kasko che mette l'intestatario al riparo da danni da ignoti a seguito di un urto con un altro veicolo. Poi c'è la polizza cristalli per la riparazione o la sostituzione dei cristalli della vettura rotti o danneggiati senza sostenere costo supplementari.

E c'è anche la polizza contro atti vandalici che copre i danni materiali causati all'auto derivanti da atti di vandalismo. Siccome proprio sulle coperture accessorie si possono riscontare le maggiori differenze di prezzo fra le diverse compagnie di assicurazione, è sicuramente una buona idea confrontare le diverse polizze alla ricerca della migliore in base alle proprie esigenze, valutando la misura del premio e il contenuto delle garanzie offerte.

Come avere rimborso assicurazione

In sintesi, la polizza prevede una franchigia minima e il danno è risarcito solo da un importo di partenza. Sono rimborsati solo i danni riportati alla carrozzeria e non, ad esempio, quelli che riguardano il parabrezza. Per valutare la convenienza di una garanzia rispetto a un'altra occorre tenere conto della personale situazione ovvero dello stile di guida, di quanto si guida in un anno e delle condizioni della vettura in proprio possesso.