Bollo auto 2019 esenzioni Piemonte, Trentino, Lombardia, Friuli. Quando pagare meno o nulla

di Chiara Compagnucci pubblicato il

Il bollo auto 2019 è infatti una imposta riscossa a livello regionale e ciascuna amministrazione prevede regole ed eccezioni, importi ed esenzioni.

Bollo auto 2019 esenzioni Piemonte, Tren

Quando non pagare o pagare meno

SUl bollo auto 2019 si attendevano novità importanti quest'anno, ma al momento a livello nazionale non sonoa rrivate nè in quello europeo. C'è da sottolineare che, però a livello regionale le esenzioni del bollo auto sono diverse e numerose e si stanno ampliando

La certezza è che dal bollo auto 2019 non si scappa. Trattandosi di una tassa legata alla circolazione, tutti i possessori di una vettura sono chiamati a renderne conto. Ma non è affatto detto che l'importo da pagare sia totale o comunque che vada pagato. La maggior parte delle regioni italiani prevede infatti agevolazioni e facilitazioni per differenti categoria. Il bollo auto 2019 è infatti una imposta riscossa a livello regionale e ciascuna amministrazione prevede regole ed eccezioni, importi ed esenzioni. Di conseguenza, il suggerimento per sapere quando si può non pagare o pagare meno è di consultare le regole della Regione di residenza.

Quando si può non pagare o pagare meno di bollo auto 2019

Scopriamo allora che in Lombardia per il bollo auto nel 2019 è prevista la cancellazione per tre anni del bollo auto per chi compra un'auto a basse emissioni e ne rottama una inquinante , nei 12 mesi successivi. La vettura da rottamare deve essere intestata al proprietario dell'auto nuova o a un componente della stessa famiglia. Ogni auto demolita è associata all'acquisto di una sola auto nuova o usata. Sono quindi esentate dal bollo auto i veicoli quelle della categoria M1 di cilindrata non superiore a 2.000 cc e appartenente alla classe emissiva Euro 5 o Euro 6 con alimentazione bifuel, ibrida o a benzina. L'acquisto deve avvenire nel corso dell'anno dalla stessa persona o da componenti della famiglia. L'immatricolazione o la trascrizione se l'auto è usata devono avvenire fra il 2 gennaio e il 31 dicembre, ma per le auto nuove può essere successiva al 31 dicembre se il contratto di acquisto con il concessionario viene perfezionato entro tale scadenza.

In Piemonte è prevista l'esenzione del bollo auto 2019 per le auto elettriche e per quelle alimentate a metano e a gpl. Nessun bollo auto per i possessori di auto elettriche o alimentate solo a gas metano o gpl sin dall'origine, di auto a doppia alimentazione benzina e metano o benzina e gpl già dotati del dispositivo per la circolazione con gas metano o gpl alla conclusione del ciclo di produzione e prima dell'immissione in commercio, e di veicoli elettrici o alimentati a gas metano o gpl trasformati. Stessa cosa anche per le auto ibride, quelle con doppia alimentazione benzina ed elettrica.

In Campania il bollo auto 2019 è cancellato per le auto elettriche o alimentate solo a gpl o metano, o con alimentazione ibrida benzina ed elettrica oppure doppia benzina e idrogeno. Le vetture elettriche godono dell'esenzione per cinque anni dalla data di prima immatricolazione. Al termine di questo periodo occorre versare una tassa pari a un quarto del bollo auto per vetture a benzina. Stessa cosa per le auto a uso promiscuo omologati per la circolazione solo con alimentazione a gpl o metano sono soggette al pagamento di un quarto del bollo auto prevista per i veicoli a benzina. Le norme prevedono la cancellazione anche per i cittadini portatori di handicap o invalidi purché la cilindrata non sia maggiore di 2000 cc per i mezzi a benzina e di 2800 cc per quelli a diesel.

Da ricordare anche le regole per il bollo auto in Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Puglia, esenzioni parziali e totali, quando si può non pagare completamente o del tutto.