Bollo auto 2020 Toscana e Veneto sospensione pagamento coronavirus. Nuove date, proroga

di Chiara Compagnucci pubblicato il
Bollo auto 2020 Toscana e Veneto sospens

Bollo auto 2020 Toscana e Veneto

Alle regioni che per prime si sono mosse sospendendo i termini di pagamento del bollo auto, si sono adesso aggiunte anche la Toscana e il Veneto con le nuove scadenze.

In prima battuta aveva sorpreso la decisione del governo di non escludere il bollo auto tra le imposte di cui sospendere il pagamento in tempi di coronavirus.

In realtà, il mistero è stato presto spiegato perché questa è una tassa gestita dalle Regioni che fissano modalità di versamento e importo da corrispondere sulla base della cornice normativa nazionale.

Ecco dunque che, una dopo l'altra, sempre più regioni si stanno aggiungendo alla lista di quelle che hanno sospeso i termini di versamento.

Sospensione non significa cancellazione perché i proprietari dei veicoli sono chiamati a rispettare le nuove scadenze individuate, slittate di alcuni mesi rispetto a quella originaria.

In buona sostanza, anche in caso di controlli - comunque limitati in questo periodo di emergenza - non sarà applicata alcuna sanzione per mancato pagamento del bollo auto sulla base delle disposizioni di emergenza.

Alle regioni che per prime si sono mosse sospendendo i termini di passaggio alla cassa, si sono adesso aggiunte anche la Toscana e il Veneto. Vediamo allora tutti i dettagli e più precisamente

  • Coronavirus, sospeso pagamento bollo auto in Toscana e Veneto
  • Bollo auto 2020 Toscana e Veneto, nuove date e proroga

Coronavirus, sospeso pagamento bollo auto in Toscana e Veneto

Toscana e Veneto hanno adesso arricchito l'elenco delle regioni in cui è prevista la sospensione del bollo auto. Come anticipato, le decisione sul congelamento delle imposte spetta sempre e comune alle singole amministrazioni regionali.

Norme alla mano, il versamento va effettuato entro il mese successivo alla scadenza del bollo in corso di validità.

Il primo bollo per l'auto nuova, anche in Veneto e in Toscana, va pagato entro il mese di immatricolazione. Se però questa è avvenuta negli ultimi 10 giorni del mese, per pagare c'è tempo fino all'ultimo giorno del mese successivo.

Se l'ultimo giorno del mese coincide con un giorno festivo o di sabato, la scadenza è spostata al primo giorno feriale successivo.

La data di immatricolazione è indicata sulla carta di circolazione o sul foglio di via rilasciato dalla Motorizzazione Civile. Per le auto acquistate usate da un rivenditore, vale la data dell'atto di vendita.

Infine, per sapere quanto si paga occorre fare riferimento alla normativa comunitaria sulle emissioni inquinanti riportata sulla carta di circolazione e moltiplicare il valore riportato nelle tabelle elaborate da ciascuna regione per ogni KW di potenza dell'auto o CV.

Bollo auto 2020 Toscana e Veneto, nuove date e proroga

Ecco dunque che la Toscana ha rinviato al 30 giugno 2020 il versamento del bollo che va in scadenza il 31 marzo, il 30 aprile o il 30 maggio.

Significa che il proprietario dell'auto può circolare liberamente e allo stesso tempo, al momento della regolarizzazione della propria posizione, non dovrà versare sanzioni e interessi.

Decisione molto simile anche in Veneto in cui la nuova scadenza per pagare il bollo auto è sempre il 30 giugno. In questo caso sono coinvolti coloro che vanno in scadenza tra l'8 marzo e il 31 maggio 2020.

Già in precedenza la Lombardia aveva sospeso il pagamento fino al 31 maggio, l'Emilia Romagna, il Lazio e il Piemonte avevano rinviato il pagamento entro il 30 giugno.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle pensioni per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ultime Notizie