Bollo auto progressivo più alto costo con benzina più cara e spese assicurazioni maggiori

Il mantenimento di un'automobile comporta costi sempre più alti sia fissi, come il bollo auto, e sia variabili come benzina e polizza assicurativa.

Bollo auto progressivo più alto costo co

Assicurazioni auto senza sconti e truffe


C'era una prima sensazione di aumenti, ma ora sono anche certificati dai numeri ufficiali che indicano come gli aumenti siano reali e oggettivi tra assicurazioni auto e benzia più cara al distributore. E poi c'è il bollo dell'auto di cui si vorrebbero cambiare le regole ben presto con un aumento dei costi.

L'auto? Meglio tenerla a casa. Anzi, meglio non possederla, considerando che alcune imposte si pagano a prescindere dal suo utilizzo. Il ritorno in città per la maggior parte degli italiani non si rivela un affare perché tra l'aumento del costo del carburante (benzina e diesel) e la segnalazione di truffe da parte di presunte truffe assicurative, c'è poco da stare tranquilli. Senza contare che una proposta di legge prevede di legare l'importo del bollo auto non solo alla potenza del veicolo, ma anche all'inquinamento atmosferico che è in grado di provocare. I possessori di una vettura datata si troverebbero davanti a un bivio: pagare di più o cambiare auto?

Bollo auto legato all'inquinamento

Si tratta solo di una proposta di legge, ma come tale può essere approvata. Anche e soprattutto perché l'orientamento dell'Unione europea è di mettere al bando le vetture più inquinanti. Attualmente per sapere quanto si paga di bollo auto, ricordando come l'imposta sia legata al possesso e non all'utilizzo del mezzo, occorre fare riferimento alla normativa europea sulle emissioni inquinanti riportata sulla carta di circolazione per determinare a quale direttiva sia conforme il veicolo e moltiplicare il corrispondente valore riportato nella seguente tabella per ogni KW di potenza della vettura o CV, per le auto il cui libretto di circolazione riporta ancora la potenza massima espressa in CV. Per i veicoli di potenza superiore ai 100 KW o 136 CV il calcolo va effettuato aggiungendo all'importo base moltiplicato per 100 KW o 136 CV i singoli KW eccedenti i 100 o i CV eccedenti i 136 moltiplicati per l'importo unitario riportato nel rigo successivo.

E la benzina è sempre più cara

Se i primi segnali dell'aggravio dei prezzi per fare rifornimento alle stazioni di servizio sono arrivati in estate, i numeri comunicati dai gestori all'Osservatorio prezzi del Ministero dello Sviluppo economico ed elaborati da Staffetta Quotidiana, certificano adesso come fare benzina costa di più, sia in self service e sia nel servito. Più esattamente si registrano

  1. benzina self service a 1,516 euro al litro (+3 millesimi, pompe bianche 1,487)
  2. diesel a 1,354 euro al litro (+2 millesimi, pompe bianche 1,326)
  3. benzina servito a 1,633 euro al litro (+3 millesimi, pompe bianche 1,529)
  4. diesel a 1,477 euro al litro (+2 millesimi, pompe bianche 1,370)
  5. Gpl a 0,606 euro al litro (+1 millesimo, pompe bianche 0,593)
  6. metano a 0,964 euro al kg (invariato, pompe bianche 0,954)

A incidere in questo ritocco all'insù c'è la domanda sostenuta di rifornimento che arriva dagli Stati Uniti. Una parte consistente delle raffinerie del Golfo del Messico è ancora fuori servizio in seguito al devastante uragano Harvey.

Assicurazioni auto senza sconti e truffe

Infine, ma non di minore importanza, sono arrivati gli inviti della stessa Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) a non consultare i siti polizza4mesi.com e reassicurazioni.it poiché non sarebbero iscritti nel registro degli intermediari assicurativi. La vendita di un contratto di assicurazione RC auto può avvenire anche attraverso intermediari assicurativi ossia coloro che professionalmente presentano o propongono prodotti assicurativi e riassicurativi, prestano assistenza e consulenza finalizzata a tale attività e collaborano alla gestione e all'esecuzione dei contratti stipulati. Questi intermediari, iscritti in una delle cinque sezioni del Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi sono

  1. gli agenti, i broker e i loro collaboratori
  2. i produttori diretti delle imprese
  3. gli intermediari finanziari, le SIM, le banche, gli uffici postali e i loro collaboratori

In occasione del primo contatto l'intermediario deve consegnare un documento riepilogativo dei principali obblighi di comportamento ai quali si deve attenere e, prima della sottoscrizione della proposta, deve consegnare una dichiarazione dalla quale risultino i suoi dati essenziali ovvero nome, cognome, recapito telefonico, denominazione della società per la quale opera.