Bollo auto doveva essere abolito. Ora sarà più costoso per i veicoli che più inquinano

Il bollo dell'auto e in generale di tutti i veicoli potrebbe essere rivisto completamente e avere dei costi più alti per i veicoli che inquinano maggiormente

Bollo auto doveva essere abolito. Ora sa

Il bollo auto potrebbe variare in base all'inquinamento prodotto


Il bollo auto sarà più costoso in base all'inauinamento del veicolo e sarà valido sia per le auto che per le moto, scooter, camion, qualsiasi veicoli. La legge dovrebbe essere predisposto nella prossima Legge di Stabilità. Paradossale perchè doveva essere abolito o fortemente scontato proprio nella scorsa manovra, ma poi non se ne fece iù nulla.

Ad una abolizione del bollo auto o, comunque, ad un suo forte sconto sul costo che era stata ventilata non poco tempo fa, si passa ora all'idea di un bollo d'auto nuovo, rivisto per il 2018 e potenzialmente più costoso per milioni di automobilisti italiani.

Come cambia il Bollo Auto

L'idea è quella di un bollo auto progressivo, che non si paghi più in base ai cavalli del motore, ma in base al tasso di inquinamento e sarebbe applicato, con questo principio, su qualsiasi tipo di veicolo ovvero auto, moto, motorino, scooter, camion. L'idea iniziale era stata del Ministro Calenda, ma ora sembra che l'intero Governo Gentiloni sia pronto ad adottarla subito, possibilmente nella Legge di Bilancio 2018 in modo tale che queta norma possa diventare già legge da Gennaio 2018 o, comunque, nei primi mesi del prossimo anno.

Le auto e i veicoli in generale che pagherebbero di più sarebbero quelli di categorie Euro 3 e via via tutti gli altri con bolli.

Quando la nuova legge sul Bollo auto entrerebbe in vigore

E la norma potrebbe davvero passare, come spiega Laura Puppato, grazie anche al fatto che in manovra per la prima in Italia in tutto il mondo sono stati inseriti dei criteri di benessere sociale e ambientale e così come le misure sulla povertà potrebbero essere ampliate, proprio in base a questi criteri, così anche il bollo per l'auto e gli altri veicoli potrebbe essere rivisto proprio per migliorare l'aria che respiriamo in una ottica di benessere sociale contro l'inquinamento. E' quello che ha spiegato, appunto, la senatrice Pd Puppato che facendo parte della Commissione Ambiente a Palazzo Madama ha confermato che si sta procedendo, proprio in questa direzione.

Sarebbe un incentivo importante per cambiare la propria auto e favorirebbe sicuramente l'industria e l'indotto e, dunque, l'economia una decisione simile, ma non è detto che possa passare così facilmente visto le prossime elezioni e la riceca del consenso che proprio questa maggioranza sta cercando di avere già a partire dalla legge di Bilancio.

E alzare il costo del bollo dell'auto a milioni di italiani potrebbe essere un boomerang, ma tutto sta nelle cifre che verranno proposte e per quanti proprietari di un veicolo ci sarà un risparmio. E, dunque, occhi puntati sulla prossima tabella dei costi del bollo se e quando uscirà.