Come compilare la constatazione amichevole in caso di incidente passo dopo passo

di Chiara Compagnucci pubblicato il

Il modulo di constatazione amichevole si compone di due pagine divise in colonne, una relativa al veicolo A e l'altra al veicolo B. Ecco cosa contiene.

Come compilare la constatazione amichevo

Constatazione amichevole, come compilare il modulo

Si chiama comunemente modulo di constatazione amichevole di incidente, ma anche CAI secondo la denominazione tecnica oppure modulo blu secondo quella più diffusa. Ma la sostanza non cambia perché si tratta del documento da compilare in caso di incidente.

Che ha una caratteristica ben precisa: riduce i tempi e le scartoffie burocratiche che seguono a un sinistro perché, come lasca intendere il nome, non si presentano particolari difficoltà a ricostruire la dinamica dell'incidente.

Ma attenzione, a differenza di quanto lo stesso nome potrebbe lasciare immaginare, il modulo può essere compilato anche se non c'è accordo tra le parti ovvero l'altro automobilista coinvolto nell'incidente si rifiuta di firmare. Basta insomma una sola forma, ma come compilare la constatazione amichevole in caso di incidente? Seguiamo la procedura passo dopo passo.

Constatazione amichevole, come compilare il modulo

Il modulo di constatazione amichevole si compone di due pagine divise in colonne, una relativa al veicolo A e l'altra al veicolo B, riconoscibili anche in base al diverso colore assegnato (blu e giallo). Le informazioni minime necessarie per la compilazione sono

  1. la data del sinistro
  2. la targa del proprio veicolo
  3. la targa dell'altra auto coinvolta nell'incidente
  4. l'indicazione delle circostanze dell'incidente per ognuno dei due veicoli, barrando con una croce le caselle utili per la descrizione
  5. un disegno di massima della dinamica dell'incidente con l'indicazione dei punti d'urto (da arricchire eventualmente con le foto delle auto coinvolte)
  6. le firme per esteso dei due assicurati per dimezzare i tempi del risarcimento, ma eventualmente ne basta una sola

Le circostanze dell'incidente

Ricordando che il documento di constatazione amichevole non rappresenta un'ammissione di responsabilità ma solo la rilevazione dell'identità delle persone e dei fatti per una rapida definizione ai fine del risarcimento, è evidente che - al di là dei dati anagrafici dell'assicurato e di quelli delle auto coinvolte nell'incidente - l'aspetto a cui prestare la maggiore attenzione è quello dell'indicazione delle circostanze del sinistro per ognuno dei due veicoli.

Il modulo prevede 17 casi possibili ed è sufficiente inserire una X nello spazio bianco corrispondente al veicolo. Si tratta di

  1. in fermata
  2. in sosta
  3. ripartiva dopo una sosta apriva una portiera
  4. stava parcheggiando
  5. usciva da un parcheggio, da un luogo privato, da una strada vicinale
  6. si immetteva in una piazza a senso rotatorio
  7. circolava su una piazza a senso rotatorio
  8. tamponava procedendo nello stesso senso e nella stessa fila
  9. procedeva nello stesso senso, ma in una fila diversa
  10. cambiava fila
  11. sorpassava
  12. girava a destra
  13. girava a sinistra
  14. retrocedeva
  15. invadeva la sede stradale riservata alla circolazione in senso inverso
  16. proveniva da destra
  17. non aveva osservato il segnale di precedenza o di semaforo rosso

Il modulo di constatazione amichevole va inviato alla propria assicurazione facendo presente che se in caso di 3 o più auto coinvolte nel sinistro non è utilizzabile.

Seguici su Facebook, clicca su "Mi Piace":