Incentivi auto Sicilia 2019 oltre ecobonus nazionale auto ibride, metano, gpl e nuova rottamazione

di Luigi Mannini pubblicato il
Incentivi auto Sicilia 2019 oltre ecobon

Quali incentivi auto Sicilia 2019

La strada scelta dall'amministrazione regionale siciliana è stata allora quella di proporre l'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche.

Seppur con tempi e modalità differenti, anche le singole regioni provano a darsi da fare e ad affiancarsi alle politiche nazionali in termini di incentivi auto con o senza rottamazione. Anzi, in tanti casi le amministrazioni regionali hanno anticipato il governo e già da anni propongono facilitazioni all'acquisto di vetture ecologiche.

Solo parzialmente è il caso della Regione Sicilia, comunque presente anche in questo versante. Anziché proporre sconti diretti per comprare una nuova vettura preferisce intervenire in modo indiretto con la proposizione del taglio delle tasse per chi sceglie auto alimenti con sistemi ibridi, a metano o a gpl anziché a diesel o a benzina.

 

Incentivi auto Sicilia 2019

La strada scelta dall'amministrazione regionale è stata allora quella di proporre l'esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per cinque anni a decorrere dalla data di prima immatricolazione per chi acquista una vettura a basse emissioni.

Alla fine di questo periodo, è chiesto il pagamento di una tassa pari a un quarto dell'importo previsto per i corrispondenti veicoli a benzina per le auto elettriche e di un quarto della tassa automobilistica prevista per i corrispondenti veicoli a benzina per quelli a uso promiscuo omologati per la circolazione con alimentazione a gpl o metano. Naturalmente solo se conformi alle direttive europee in materia di emissioni inquinanti.

Alla ricerca della migliore auto da comprare in Sicilia

A livello nazionale, gli incentivi nazionali all’acquisto di una nuova vettura e il taglio del bollo auto 2019 in Sicilia a tempo determinato (al di là del programma di esenzioni e riduzioni che coinvolge anche altri casi) sono bilanciati dall’ecotassa sulle auto di lusso e su molte di categoria media.

Si tratta di un altro parametro da prendere in considerazione nel caso in cui si decida di fare il grande passo del cambiamento dell'auto. Il calcolo della convenienza va poi incrociato con le agevolazioni in vigore nella Regione Sicilia per individuare il modello più conveniente tra i vari ibridi, gpl e metano, con o senza rottamazione. A fare la differenza è sempre e comunque il grado di inquinamento prodotto.

Stando infatti alle regole sulle nuove tasse, L’importo minimo è di 1.100 euro e vale per la fascia di emissioni tra 161 e 175 grammi per chilometro. Oltre i 250 grammi, l’automobilista è chiamato a versare 2.500 euro all’anno. Il meccanismo dell’ecotassa si basa su un parametro fondamentale: le emissioni di CO2, misurate secondo il ciclo di omologazione più favorevole perché consente di ottenere valori più bassi.

L’attuale ciclo è il Wltp, in vigore per tutti da settembre. Rispetto a quello precedente si svolge in laboratorio, ma con accelerazioni e velocità più elevate per renderlo più realistico. Il valore che conta ai fini dell’ecotassa è il Nedc, il più favorevole per chi deve pagare ed è riportato nella carta di circolazione. Non si poteva scegliere il valore Wltp perché fino a dicembre 2020 possono essere vendute anche auto a norma Nedc.