Rc auto crescono truffe, soprattutto temporanee. E attenzione ulteriori due frodi attuali

Con l’avvento del web anche i malfattori si sono potuti sbizzarrire grazie alle opportunità che la Rete offre. Sempre più difficile il compito di chi queste truffe deve smascherarle. Ci vuole prudenza

Rc auto crescono truffe, soprattutto tem

Truffe sulle assicurazioni continue. Come difendersi da quelle temporanee


Le truffe continuano ad essere in costante aumento e quelle sulle rc auto e assicurazioni sono tra le prime soprattutto, ma non solo, le rc auto temporanee. E poi vi sono ulteriori due frodi del momento.

Come in Totò Truffa ’62, ma stavolta non si tratta di un film, e che film, ma della pura e semplice realtà. Le assicurazioni, poi, sono state da sempre oggetto delle mire dei malintenzionati che riescono a pensare a nuove truffe continue. Fatta la legge trovato l’inganno si suol dire. Ed è proprio così visto che, con l’avvento del web anche i malfattori si sono potuti sbizzarrire con le opportunità che la Rete, invenzione davvero rivoluzionaria che però quando viene utilizzata da personaggi con scopi poco chiari, offre rendendo difficile il compito di chi queste truffe deve sventarle.

Proprio per questo succede che, per una truffa che viene smascherata, ne nascono altre dieci nuove e pericolose. Attenzione dunque, quando navigate in questo mare sconfinato, anche a quelle temporanee che potrebbero farvi trovare con un palmo di mosche nelle mani. E soprattutto con un danno economico che potrebbe anche essere di grandi dimensioni. Naturalmente esistono delle precauzioni da prendere ed è il consiglio di primaria importanza per quelli che hanno deciso di affidare al web la necessità di dotarsi di una assicurazione

Truffe temporanee assicurazioni

Attenzione unque alle truffe temporanee sulle assicurazioni. La vasta e variegata possibilità di scegliere l’assicurazione più adatta alle proprie esigenze offerta dal web si può trasformare i un boomerang per l’ignaro autista. Che potrebbe trovarsi invischiato in una delle ultime truffe che malfattori senza scrupoli inventano a raffica.

Per ogni tentativo di truffa smascherato ce ne sono almeno altri dieci che sfuggono ai controlli perché l’ingegno di questi personaggi crea sempre nuove alternative. E adesso addirittura i truffatori puntano al bersaglio grosso, come dimostra la truffa del finto broker che riproduce i documenti di una vera compagnia assicuratrice presentando polizze già accese ma a nome di altri cittadini che ovviamente non sanno nulla di quello che sta accadendo alle loro spalle.

Tutto questo viene offerto alle agenzie, che le rivendono in buona fede. Una truffa difficile da scoprire anche per le forze di polizia. Perché a un controllo sul numero di polizza, questa risulterà realmente accesa e operante.

Assicurazioni attenzione alle truffe continue

Le truffe che riguardano le assicurazioni sono quindi all’ordine del giorno. La prima precauzione da prendere in questi casi, è quella di utilizzare la prudenza che è l’arma primaria per difendersi da questo tipo di attacchi. Quindi per prima cosa andare sempre con i piedi di piombo quando le tariffe sembrano troppo convenienti.

E consultare il web, che in questo caso potrebbe aiutarvi molto, sui siti che offrono questi risparmi. Anche l’Ivass, l’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni, ha dato il suo contributo segnalando segnalato quattro portali. Ma, allo stesso tempo ha fatto sapere che combattere questa battaglia è sempre più difficile, proprio per la facilità con la quale nascono queste truffe continue. E perché questi comportamenti truffaldini stanno ormai dilagando sul web. Truffe possibili anche a causa degli aumenti delle tariffe per le assicurazioni che spingono molti automobilisti o autisti in generale a cercare, spesso sul web, le soluzioni che possano garantire il massimo del risparmio. Esponendosi al rischio di finire al centro di queste truffe che possono costare anche caro in termini economici.

È il solito cane che si morde la coda. La modalità utilizzata di solita è quella di tariffe iperconventienti della durata anche di quattro mesi. Sul sito dell’Ivass è possibile trovare anche la lista di siti che sono stati segnalati come pericolosi e quelli che sono in cerca di ulteriori informazioni possono provare con il numero verde 800486661. Occhio anche al sito volpe (volpeassicurazioni.com e assicurazioninava.it) che l’Ivas ha segnalato come l’ultima frontiera delle truffe. Nessuno dei due è riconducibile a un intermediario assicurativo. Prudenza, prudenza ed ancora prudenza.

Ulteriori frodi del momento

La prima frode del momento a cui stare attenti è quella dei due euro falsificati che sta avendo anch'essa un vero e proprio boom come spiegato qui e poi quella delle bollette elettriche per email, uns ervizio richiesto da milioni di italiani che può nascondere diversi pericoli come scritto qui