Auto, quali sono i consumi reali. Adesso si possono conoscere. Eccoli per i diversi modelli

L'omologazione WLTP (Worldwide harmonized Light vehicles Test Procedure) consente agli acquirenti delle auto di valutare la scelta in base a dati più aderenti alla realtà.

Auto, quali sono i consumi reali. Adesso

Consumi reali delle auto


Quanto consumano davvero le auto? ora con i nuovi test si può capire con tutta una seri di ati che dovrebbero essere finalmente oggettivi. E si hanno anche i primi risultati per diversi modelli di auto
 

Cambiano le regole sui test per verificare i livelli di emissioni delle auto. E c'è un dettaglio ben preciso che caratterizza la procedura WLTP fissata a livello europeo: l'attenzione ai consumi reali. Il punto è che bisogna fare in fretta perché le nuove disposizioni sono già in vigore e le case automobilistiche sono chiamate ad adeguare sia i modelli di nuova produzione e sia quelli delle gamme già in commercio, pena lo stop delle vendite. In estrema sintesi, qualunque sia il mezzo e il brand, non è possibile mettere in strada veicoli nuovi che non siano stati omologati con il ciclo WLTP. Sono immatricolabili sono le auto che hanno superato questi nuovi test.

Nuovi test WLTP: cosa cambia

Tra i produttori coinvolti c'è naturalmente Volkswagen che fa notare come il nuovo processo sia molto più lungo e complesso perché ci sono accelerazioni e frenate più frequenti,e anche la velocità media è maggiore. Rispetto ai precedenti test - NEDC (New European Driving Cycle) -, finiti nel mirino per via della loro efficacia, sono tenuti in considerazione gli equipaggiamenti opzionali che influiscono su peso, aerodinamica e resistenza al rotolamento. Il tutto con una precisazione: la novità è entrata in vigore in questo mese di settembre, compresi i modelli già esistenti, mentre per i cosiddeti veicoli leggeri il via è atteso solo tra un anno esatto ovvero a settembre del 2019.

Consumi reali delle auto

L'omologazione WLTP (Worldwide harmonized Light vehicles Test Procedure) consente agli acquirenti delle auto di valutare la scelta in base a dati più aderenti alla realtà. Tra i primi produttori ad aggiornare i dati sui consumi reali c'è Opel, che dichiara nel ciclo misto NEDC di Astra 5 porte equipaggiata con motore Turbo 1.4 litri ECOTEC a iniezione diretta da 150 CV, cambio manuale a sei rapporti e start&stop, 5,1-4,9 litri per 100 chilometri ed emissioni di CO2 a 117-114 g/km. L'intervallo dei consumi di carburante per lo stesso modello secondo il ciclo WLTP è di 8,5-5,0 l/100 km. Con il motore diesel CDTI 1.6 litri da 110 CV, il cambio manuale a sei rapporti e start&stop, i consumi di Astra 5 porte nel ciclo misto sono invece pari a 3,4-3,3 l/100 km.

E se BMW Group sta preparando la propria gamma di prodotti con nuove vetture, il gruppo PSA (Peugeot, Citroën, Opel e DS) pubblica già i dati dei consumi e delle emissioni degli NOx e PN ottenuti in condizioni di guida reali da più di 1.000 modelli. In casa Peugeot, per la 2008 equipaggiata col 1.6 turbodiesel BlueHDi 100 cv e cambio manuale, viene dichiarata una percorrenza media di 27,0 km/litro, mentre il rilevamento RDE indica per la versione con ruote da 17 pollici il valore di 19,2 km/litro. Per Citroёn, la C3 Feel Edition col 1.2 benzina PureTech da 82 cv, cambio manuale e ruote da 16 pollici, percorre in media 16,1 km/litro veri contro 21,3 km/l omologati secondo normativa dell'Unione europea.

Ultime Notizie