Auto elettrica, da 0 a 100 in 1,9 secondi. E' un piccolo razzo

Ecco la superauto elettrica che scatta da 0 a 100 in 1,9 secondi. Aspark Owl sembra aver pareggiato i conti o forse ha fatto anche meglio della Tesla Roadster.

Auto elettrica, da 0 a 100 in 1,9 second

Auto elettrica, da 0 a 100 km/h


Auto elettrica super veloce, ma non solo, pronta a contrastare tutte gli altri modelli anche i più blasonati e al momento più famosi. E i test vanno benissimo.

Basta solo osservarla per aspettarsi grandi cose. E in effetti la supercar giapponese Aspark Owl non tradisce le aspettative e in poco meno di due secondi riesce a raggiungere quasi 100 chilometri orari (96 per l'esattezza ovvero 60 miglia orarie). Siamo davanti all'auto elettrica più veloce al mondo? Forse sì, in attesa di test indipendenti e misurare i tempi di altre supercar. Secondo la casa nipponica il design della vettura si ispira a un gufo. Non a caso la traduzione della stessa parola owl è gufo.

I record di Aspark Owl

Già da tempo si discute di questa supercar elettrica, dal giorno della presentazione ufficiale al salone dell'automobile di Francoforte dello scorso anno. E tra le tante caratterisiche tecniche balzate al centro dell'attenzione, non erano passati inosservati i 430 cavalli e il peso complessivo inferiore a 860 chilogrammi. Insomma, una vettura finora soltanto immaginata e che adesso rischia di diventare terribilmente desiderata. L'essere stata in grado di sfondare il muro dei due secondi per raggiungere da fermo 100 chilometri orari, colloca il veicolo nell'olimpo dei record.

Sarà comunque difficile salire a bordo di questa auto, tenendo conto che i giapponesi di Aspark hanno svelato l'intenzione di produrre 50 esemplari di questa supercar elettrica. E anche il prezzo non è proprio abbordabile: per parcheggiarla nel proprio garage servono circa 3,5 milioni di euro. Certo, ci sono alcune particolarità di cui tenere conto. Come si può notare dal video pubblicato su YouTube, la vettura monta pneumatici Hoosier da competizione preriscaldati (non è quindi in assetto stradale) e la stessa modalità di esecuzione del test, in quello che sembra il parcheggio nei pressi di un magazzino, meriterebbe qualche approfondimento.

Di più: l'Aspark Owl è stata alimentata da supercondensatori e non dalle tradizionali batterie viste a bordo delle auto elettriche, seppur di categoria superiore. In ogni caso l'aver fermato il cronometro prima dei due secondi rappresenta comunque un record da non trascurare. Inevitabile il richiamo alle recenti dichiarazioni di Elon Musk, numero uno di Tesla, che al momento della presentazione della sua Roadster ha sbandierato prestazioni da urlo ovvero la capacità di scattare da 0 a 100 in meno di due secondi netti. Aspark Owl sembra aver pareggiato i conti o forse ha fatto anche meglio. A proposito, tanto per aver un primo confronto sui costi, per la Tesla Roadster, l'impegno di spesa richiesto è di circa 200.000 dollari ovvero una cifra infinitamente inferiore.