Detrazione IVA auto 2019/2020 al 100%. Tutte le aziende potranno scaricare tutta l'IVA

Permettere alle aziende l’Iva sulle auto al 100%: nuovi annunci e impegni da parte del vicepremier Matteo Salvini

Detrazione IVA auto 2019/2020 al 100%. T

Detrazione auto aziende potranno scaricare tutta IVA

In occasione dell'Automotive Dealer Day in corso a Verona, il vicepremier Matteo Salvini si è impegnato a intervenire, e anche in breve tempo, sulla detrazione Iva sulle auto aizendali, garantendo che, contrariamente a quanto accade oggi visto che è detraibile solo parzialmente, si potrà scaricare al 100%.

Detrazione Iva auto: la promessa del vicepremier Salvini

Stando a quanto riportano le ultime notizie, il ministro Salvini, oltre ad aver garantito che non vi sarà alcun aumento di tasse o imposte sull'auto, ha anche assicurato che già con la prossima Manovra Finanziaria si impegnerà perchè la detrazione Iva sull'auto aziendale sia al 100% e non solo in parte come attualmente accade.

Ha, inoltre, parlato della necessità di avviare un tavolo continuativo con i giusti interlocutori e le giuste competenze per permette al settore dell’auto di crescere nel rispetto dell’ambiente, soprattutto alla luce delle ultime novità sugli stop alla circolazione delle auto più inquinanti. Secondo Salvini, perché il parco auto del nostro Paese si rinnovi in un’ottica green e meno inquinante è necessario lavorare seguendo percorsi che agevolino effettivamente la nuova spesa. E non solo per le aziende ma anche per i privati.

Detrazione Iva auto: gli obiettivi

L’obiettivo di una detrazione al 100% sulle auto per le aziende, significherebbe, secondo Salvini, incassare, da parte dello Stato, più di quanto faccia oggi. Ma tra gli obiettivi ci sarebbe anche lo sviluppo del settore, anche in virtù delle nuove spinte all’acquisto di veicoli elettrici piuttosto che a benzina e soprattutto diesel.

Si tratta, secondo Salvini, di un processo di cambiamento della mobilità del nostro Paese che non può realizzarsi appieno se prima non si compiono i primi passi concreti per questo cambiamento, vale a dire rendere sempre più disponibili, e in ogni dove, colonnine di ricarica per i veicoli elettrici o ibridi perché è proprio la mancanza di infrastrutture che in questi anni di boom dell’elettrico e dell’ibrido in altri Paesi che ha penalizzato il nostro Paese.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook sulle auto per rimanere aggiornato su tutte le novità:
Ti è piaciuto questo articolo? star

Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il