Diesel, 600.000 auto richiamo. Sono a rischio. Quali e motivi

Nel mirino ci sarebbero anche auto come Mercedes Classe C e Mercedes Classe G, per cui si profilerebbe un nuovo caso di dieselgate. Lunedì saranno ascoltati i vertici Daimler.

Diesel, 600.000 auto richiamo. Sono a ri

Diesel, 600.000 auto richiamo. Sono a rischio. Quali e motivi


I numeri iniziano a diventare di un certo peso perché sono 600.000 le auto spinte da un motore diesel a rischio richiamo. Il rischio che scoppi un'altra bomba mediatica, oltre che di immagine e commerciale, è molto alto. Alla base di questa clamorosa marcia indietro per i veicoli alimentati con un 1.6 diesel ci sarebbe la presenza di un dispositivo illegale per la gestione dei gas di scarico. Irregolarità degli impianti di emissione, dunque, che vede coinvolta Daimler.

Quest'ultima non ha ancora rilasciato alcuna dichiarazione ovvero non ha assunto una posizione ufficiale rispetto alle accuse. Se ne saprà di più lunedì, quando il ceo Dieter Zetsche sarà ascoltato dal ministro federale tedesco dei Trasporti Andrea Scheuer.Non solo, ma stando a quanto trapela e in attesa di comunicazioni ufficiali, nel mirino ci sarebbero anche auto come Mercedes Classe C e Mercedes Classe G, per cui si profilerebbe un nuovo caso di dieselgate.

Possibile coinvolgimento di Mercedes Classe C e Mercedes Classe G

Sorprende come ancora una volta l'indice sia puntato contro il motore Euro 6 da 1.6 litri, per il quale è stato infatti già disposto il richiamo di 5.000 unità dalle autorità tedesche. Secondo la stampa locale, le emissioni diesel di alcuni modelli della Mercedes sono falsate. Il comportamento illegale della casa automobilistica della stella a tre punte, consisterebbe nell’aver installato un dispositivo elettronico in grado di falsare i dati sulle emissioni inquinanti di modelli come Classe C e Classe G.

Un duro colpo, nel caso queste indiscrezioni trovassero riscontri concreti, per il prestigio di un marchio che domina da diverse stagioni anche il campionato mondiale di Formula 1.

Fenomeno sempre più diffuso

Che il fenomeno sia diffuso e rischia di allargarsi a macchia d'olio è dimostrato anche dalle indagine su Renault, in Francia, per gli stessi sospetti di falsificazione sui sistemi di abbattimento dei gas di scarico. Lo spettro della manipolazione dei dati relativi alle emissioni diesel di alcuni modelli Mercedes avrebbe come prima conseguenza concreta il richiamo di migliaia di auto. Circa 600.000 veicoli appartenenti anche alla Classe C e alla Classe G. Sempre stando a quanto pubblicato dalla stampa l’autorità federale dei trasporti tedesca KBA avrebbe aperto un’indagine per appurare l’effettiva regolarità di funzionamento dei motori diesel Mercedes-Benz.