Fca, 3 mesi dopo Marchionne. L'evoluzione, le prospettive, gli obiettivi

Prima di scoprire quali sono i nuovi modelli per i prossimi anni, occorre inquadrare il cambiamento in corso in Fca ovvero il mutamento di prospettive.

Fca, 3 mesi dopo Marchionne. L'evolu

Quali sono i nuovi modelli Fca


La morte di Sergio Marchionne rappresenta lo spartiacque in casa Fca perché nonostante la presentazione del Piano industriale che fissa prospettive ed evoluzioni, il passaggio dalla teoria alla pratica non è mai così fluido. A tre mesi di distanza dalla scomparsa del manager italo-canadese, i fatti raccontano della storica vendita della Magneti Marelli e delle solite incertezze negli stabilimenti di Pomigliano e Mirafiori, a tal punto che c'è chi manifesta tutti i suoi dubbi sull'evoluzione del gruppo che, a oggi, è al di sotto quei 6-7 milioni di auto prodotte ogni anno che lo stesso Marchionne aveva indicato come soglia minima

Quali sono i nuovi modelli Fca

Prima ancora di scoprire quali sono i nuovi modelli che vedranno la luce nei prossimi anni, occorre inquadrare il cambiamento in corso in Fca ovvero il mutamento di prospettive. Uno spazio sempre maggiore viene infatti assegnato all'elettrificazione o comunque alla realizzazione di auto ibride. L'esempio più noto che colpisce nel cuore gli italiani riguarda due modelli molti cari ovvero la Fiat Panda e la Fiat 500, rispetto a cui sono iniziate le grandi manovre per lo sviluppo delle varianti mild hybrid e il progressivo abbandono della motorizzazione diesel. Più in generale sono cinque i nuovi motori elettrici che saranno utilizzati su diversi tipi di powertrain. Non solo ibrido mild, ma anche ibrido full, ibrido plug-in ed elettrico puro a spazzare via ogni dubbio sulle intenzioni di Fca per i prossimi anni.

Se allora in casa Fiat la novità più importante è l'elettrificazione della 500 con il nuovo powertrain mild-hybrid con impianto a 12 volt, si registra maggiore vivacità dalle parti di Alfa Romeo. Le novità prevedono una versione più piccola della Stelvio, una più grande e due sportive che prenderanno il posto della 4C. L'intenzione di Fca è infatti di giocare le sue carte su sette modelli derivati dalle Giulia e Stelvio, ma solo cinque vedranno la luce dalle nostre parti perché due sono riservati al mercato cinese. In attesa di certezze, vale la pena ricordare l'indiscrezione sulla realizzazione di una supercar in grado di raggiungere 100 chilometri orari in 3 secondi. In pista per Alfa Romeo ci sarebbe anche una versione coupé della Giulia, denominata GTV e con più di 600 CV di potenza.

Novità Maserati e Jeep

Fari puntati anche su Maserati con sei nuovi modelli in programma, tra cui la coupé sportiva Alfieri da realizzare in tre diverse varianti: a zero emissioni, ibrida plug-in e con motore a combustione tradizionale. Grande attivismo anche dalle parti di Jeep con dieci nuovi modelli annunciati nel giro di cinque anni. Anche in questo caso l'elettrificazione il filo conduttore sarà l'elettrificazione con quattro versioni a zero emissioni. La seconda novità in casa Jeep passa anche dai tre nuovi segmenti di mercato in cui va a infilarsi: quello degli utility vehicle con una mini Renegade, quello dei pick up e dei suv a sette posti. Da segnalare infine gli allestimenti speciali con la nuova gamma Deserthawk, il fuoristrada su sabbia.