Airbag difettosi, indagine al via per diverse auto

Quattro decessi avvenuti per, forse, presunti problemi alle auto. E le indagini partono in Usa, ma sono già in svolgimento anche in Italia

Airbag difettosi, indagine al via per di

Case automobilistiche Hyundai e Kia nel mirino delle autorità USA


Per degli airbag difettosi e quattro possibili morti legati a questi, pe ri mdoelli Kia e Hyunday sono state aperte delle indagini a 360 grandi anche molte complesse. E una era già stata aperta anche in Italia.
 

Le autorità Usa hanno deciso di aprire una indagine molto importante e anche complesso su diversi modelli d'auto per problemi che avrebbero, il condizionale è d'obbligo, provocato la morte di quattro persone. Ma altri ritiri per marche diverse ci sono stati

Hyunday e Kia indagini

La morte di quattro persone, tutte avvenute a bordo dei propri autoveicoli, ha suscitato più di un dubbio. Troppe coincidenze, su tutte la stessa dinamica e i medesimi modelli di autoveicoli interessati, non hanno lasciato indifferente le autorità americane che hanno deciso di aprire un’indagine su modelli precisi di automobili con marchio Hyunday e Kia. Un’impresa titanica se si considera che bisogna esaminare ben quattrocentoventicinque mila Kia Forte del 2012-2013 e Hyundai Sonata del 2011. Il timore è che si tratti di modelli difettosi per quanto riguarda il funzionamento degli airbag responsabili, a causa del loro mancato funzionamento e quindi mancata apertura, dei decessi in tutti e quattro i casi.

E in Italia la magistratura si muove

E l’Italia non sarebbe immune da questo rischio, anzi. Proprio per un incidente che presentava la stessa dinamica inclusa anche la morte del conducente d’auto, nel Belpaese è stata da chiarezza grazie a una sentenza della Corte di Cassazione (n. 14 del 5 gennaio 2010) per quanto riguarda la responsabilità che, nel caso di specie, cioè quando l’airbag non si apre, ricade tutta sulla casa automobilistica. Questo a margine di una controversia tra i parenti dell’automobilista deceduto

Non ci sono solo questi problemi, Fiat richiama in Brasile. Italia?

Se da una parte Fiat sta sviluppando nuovi modelli e il suo piano strategico per il futuro, dall'altra vi sono problemi di richiami in Brasile che potrebbero interessare anche l'Italia

Fiat è in procinto di richiamare oltre 15mila veicoli in Brasile per un grave difetto che potrebbe bloccare il blocco dell'auto in movimento e, dunque, incidenti. AL momento non ce ne sono stati, ma il rischio c'è e per questo dal 12 marzo Fiat ha organizzato la possibilità di ppoter andre nelle ufficine del concessionario per sostituire l'alternatore gratuitamente e in meno di un'ora. 
Le auto sono quelle del 2016-2017 e in particolare Fiat Punto, Strada, Palio, Siene, Idea, Fiat Uno, Palio Weekend, Palio Fire. 
Al momento non è stato organizzato nessun richiamo, come confermano, le associazioni dei consumatori taliane, in Italia, ma è stato spiegato, sempre in Brasile, ma potrebbe valere anche per l'Italia che per capire il problema occorrerà semplicemente vedere se si accende la spia nel cruscotto della luce dalla batteria