Audi, Opel, Mercedes e le altre case automobilistiche al via i grandi investimenti

Sempre più mobilità elettrica per la casa automobilistica di Ingolstadt, come dimostrato dalla conferma di Audi e-tron, il primo Suv tutto elettrico del marchio.

Audi, Opel, Mercedes e le altre case aut

Audi conferma il nuovo suv Q4


Auto elettrica e guida autonoma: sono queste le coordinate individuate da Audi per i prossimo cinque anni con 14 miliardi di euro messi sul tavolo per investimenti in impianti e attrezzature, spese di ricerca e sviluppo. Un progetto sicuramente ambizioso che va nella scia di quelli illustrati di recente da Opel, Mercedes e la stessa Fiat Chrysler. Sempre più mobilità elettrica per la casa automobilistica di Ingolstadt, come dimostrato dalla conferma di Audi e-tron, il primo Suv completamente elettrico del marchio, e di circa 20 modelli elettrificati, circa la metà dei quali full electric e il resto ibridi, da realizzare da qui al 2025. E la stessa Audi sta lavorando con Porsche per lo sviluppo dell'architettura per l'elettrificazione per le grandi auto elettriche.

Le strategie di Opel e Mercedes

Idee chiare per Opel, soprattutto in seguito al passaggio nel gruppo PSA (Peugeot, Citroën, DS, Opel e Vauxhall Motors). In rampa di lancio ci sono quattro veicoli elettrici, tra cui la nuova Opel Corsa tutta elettrica a batteria e Opel Grandland X in versione ibrida ricaricabile. Più in generali sono 8 i nuovi modelli da mettere in conto nei prossimi due anni. Nel medio periodo, le intenzioni della casa automobilistica sono di proporre nel 2024 una versione elettrica per ogni auto Opel. A chiudere il cerchio, agli ingegneri dello stabilimento di Rüsselsheimd è stato assegnato l'incarico dello sviluppo di veicoli commerciali leggeri e una nuova gamma di motori benzina quattro cilindri.

Grandi novità sono poi attesi in casa Mercedes, come confermato dal responsabile della produzione, secondo cui ci sarà un modello per ogni segmento di mercato, dalla citycar al grande suv. Le batterie, il cuore dei veicoli elettrici, saranno prodotte nelle fabbriche interne così da porsi in una posizione di comodo con una rete globale per la produzione di batterie. L'iniziativa elettrica di Mercedes-Benz Cars è iniziata: la rete produttiva è pronta per la mobilità elettrica. Tanto per essere precisi, la società tedesca prevede la realizzazione di oltre 50 modelli elettrici entro il 2022 tra ibride plug-in, sistemi a 48 volt ed elettriche pure (il primo sarà il suv EQCm variante di produzione del concept Mercedes-Benz EQ del 2016, atteso su strada già nel corso del prossimo anno, a testimonianza della volontà di procedere con rapidità), per tutti i segmenti di mercato tra smart, segmento C e suv di grandi dimensioni.

Fiat: pronti 5 miliardi di euro per l'Italia

Un cenno per Fiat Chrysler è inevitabile considerando il recente annuncio di investimenti per 5 miliardi di euro nel triennio 2019-2021 solo per l'Italia. I nuovi modelli saranno Fiat 500 elettrica, Maserati D-UV suv (ibrido elettrico), Jeep Compass e Alfa Romeo C-suv (ibrido elettrico) e Panda Mild Hybrid  ed eventuali sorprese. A questi si aggiunge il restyling di Maserati Levante, Maserati Ghibli, Maserati 4P, Alfa Romeo Giulia, Alfa Romeo Stelvio, Jeep Renegade e Fiat Panda. Senza dimenticare che lo stalimento di Mirafiori rappresenterà la prima installazione della piattaforma full BatteryElectric Vehicle.